Cinema Drink

Travalicando qualsiasi confine geografico, mentale e tematico, abbiamo chiesto ad alcuni dei migliori barman e barlady, cinefili, di sperimentare se stessi individuando il proprio film del cuore a cui ispirarsi e creare il loro personale “drink”.

Ne sono scaturite decine e decine di ricette, ispirate alle filmografie appartenenti ai vari generi cinematografici, dai classici come “Via col Vento” ai recenti cinecomics di “Avengers: Endgame” e “XMen: Dark Phoenix”: film che hanno permesso l'uso di tutti gli ingredienti presenti nel mercato, preparazioni semplici e meno, in grado di coniugare cognac, tequila, whisky scozzese, irlandese, bourbon americani del Kentucky, vermouth piemontese, gin inglesi, romani e toscani, amari e bitter, ma anche vodka, ginger beer e liquore Strega, per una nuova realtà cinematografica del bere di qualità'.

“SILENCIO”, la barlady Elena Montomoli di “Casa Minghetti” di Bologna si ispira a “Mulholland Drive” di David Linch per dare vita al suo drink

“SILENCIO”, la barlady Elena Montomoli di “Casa Minghetti” di Bologna si ispira a “Mulholland Drive” di David Linch per dare vita al suo drink Elena Montomoli, barlady di “Casa Minghetti”, di Bologna, si ispira ad uno dei suoi film preferiti, “Mulholland Drive” di David Lynch, considerato il regista più genialmente enigmatico e “contorto” del cinema americano contemporaneo, per creare il suo personale drink “SILENCIO”. Guardare un suo film è come entrare in un mondo a parte ed è la stessa sensazione che Elena prova quando si siede al bancone di un cocktail bar e beve il suo drink. “Mulholland Drive” racconta la ...
Leggi Tutto

“Autumn in New York”, il drink creato dal barmanager Mario Farulla ispiratosi all’omonimo film

“Autumn in New York”, il drink creato dal barmanager Mario Farulla ispiratosi all’omonimo film AUTUMN IN NEW YORK, è il drink creato dal barmanager Mario Farulla, del Ristorante Baccano di Roma, ispiratosi all’omonimo film di Joan Chen. La storia vede il protagonista Will Keane, Richard Gere, innamorarsi, forse per la prima volta, della giovane e sensibile Charlotte, Winona Ryder, figlia di una sua vecchia fiamma. Un cocktail in cui il bourbon Maker's Mark rappresenta la robusta maturità di Gere, e il ghiaccio speziato e roseo della Ryder. INGREDIENTI: 60 ml bourbon Maker’s Mark Ginger Ale Ghiaccio realizzato con tisana al ...
Leggi Tutto

“KARIN”, la barlady Ilaria Bello del “Talea” di Torvaianica crea il suo personale drink ispirandosi al film di Roberto Rossellini “Stromboli – Terra di Dio”

“KARIN”, la barlady Ilaria Bello del “Talea” di Torvaianica crea il suo personale drink ispirandosi al film di Roberto Rossellini “Stromboli – Terra di Dio” Ispirandosi al celebre capolavoro del 1950 “Stromboli – Terra di Dio”, di Roberto Rossellini, che vede per la prima volta protagonista di un suo film l’iconica Ingrid Bergman, la barlady Ilaria Bello, del “Talea” di Torvaianica a Roma, crea il suo personalissimo drink “KARIN”. Ambientato nell'isola di Stromboli, racconta la sofferenza di Karin ad adattarsi ad un luogo tanto magnifico quanto impervio, e alla vita con un marito-padrone, dal quale fugge scappando sulla vetta del ...
Leggi Tutto

“You Only Live Twice”, il drink creato dalla bar lady Cristina Folgore ispiratasi a “Agente 007 – Si Vive Solo Due Volte”

“You Only Live Twice”, il drink creato dalla bar lady Cristina Folgore ispiratasi a “Agente 007 – Si Vive Solo Due Volte” A fine anni Sessanta Sean Connery era testimonial ufficiale del bourbon Jim Beam, e la bar lady Cristina Folgore si ispira proprio ad uno dei suoi film di maggiore successo di quegli anni fu proprio, “Agente 007: You only live twice” per dare vita al suo personale drink “YOU ONLY LIVE TWICE”, con il bourbon Jim Beam che vuol dire Famiglia, grazie al lancio della campagna #TheFamily, una challenge della durata di un anno che coinvolge quindici cocktail ...
Leggi Tutto

“THE BIG FELLA”, il bar manager Valerio Boccitto si ispira al film “Lo Chiamavano Trinità” per creare il suo drink

“THE BIG FELLA”, il bar manager Valerio Boccitto si ispira al film “Lo Chiamavano Trinità” per creare il suo drink “THE BIG FELLA”, è il drink creato da Valerio Boccitto, bar manager del “Club Derrière” di Roma, liberamente ispirato al personaggio di Bambino, interpretato da Bud Spencer nel film “Lo chiamavano Trinità”. Un cocktail a base bourbon, amabile e fresco, ma allo stesso tempo strong ed elaborato, proprio come la figura della storia, sempre impegnata in risse e scazzottate ma, in fondo, con un animo buono. “THE BIG FELLA” è realizzato unendo il bourbon del Kentucky, Jim Beam e il mezcal messicano ...
Leggi Tutto

“Slimer”, il drink di Andrea Jachetta del “Misto – Mixology e Cibarie” di Roma ispirato all’iconico “Ghostbusters – Acchiappafantasmi”

“Slimer”, il drink di Andrea Jachetta del "Misto - Mixology e Cibarie" di Roma ispirato all’iconico “Ghostbusters – Acchiappafantasmi” “SLIMER”, il drink creato dal bar –man Andrea Jachetta, del “Misto Mixologi e Cibarie” di Roma, ispirato al celebre film “Ghostbusters – Acchiappafantasmi”, che ricorda fin dal suo colore verde brillante il simpatico fantasma da cui prende il nome. Tra gli ingredienti del cocktail, la mela, che riporta alla “Grande Mela” New York, dove il film è ambientato e dove la Storia della Miscelazione ha avuto inizio. INGREDIENTI: 6 cl VII Hills Italian Dry Gin 3 cl succo di mela acidificato 1,5 cl ...
Leggi Tutto

“Gangs of New York”, il bar man Davide Diaferia si ispira al film di Martin Scorsese per creare il suo personale drink

“Gangs of New York”, il bar man Davide Diaferia si ispira al film di Martin Scorsese per creare il suo personale drink Davide Diaferia, bar man del “Drink Kong” di Roma, per creare il suo personale drink si ispira a “Gangs of New York” di Martin Scorsese, facendo sì che i 5 ingredienti utilizzati incarnino i protagonisti della guerriglia per il possesso del famoso quartiere. Il film basato sul trattato del 1928 “The Gangs of New York”: An Informational History of the Underworld”, incentrato sulle varie bande che popolavano il quartiere newyorkese dei Five Points, è ambientato durante il periodo ...
Leggi Tutto

“Count Your Blessing”, il drink creato da Stefano Santucci head bar man dell’Hotel Hassler di Roma per il “Thanksgiving – Il Giorno del Ringraziamento”

“Count Your Blessing”, il drink creato da Stefano Santucci head bar man dell’Hotel Hassler di Roma per il “Thanksgiving – Il Giorno del Ringraziamento” In onore del “Thanksgiving – Il Giorno del Ringraziamento”, del 28 novembre 2019, l’head bar man Stefano Santucci dell’Hotel Hassler di Roma, crea il drink “COUNT YOUR BELSSING”, in abbinamento al menu del Resident chef Marcello Romano per la cena a tema al Salone Eva dell'hotel. INGREDIENTI: 3 cl Knob Creek Rye Whiskey 2 cl cramberry sauce 1,5 cl maple syrup - sciroppo d'acero 1,5 cl succo di limone On the side: castagne bollite in infusione ...
Leggi Tutto

Don Papa, il Rum Filippino conquista l’Italia con il “Sevillana Cask Finish”

Don Papa, il Rum Filippino conquista l’Italia con il “Sevillana Cask Finish” Lancio 'sevillano' di Don Papa, rum small-batch dall'Isola di Negros, nelle isole Filippine, ex colonia spagnola, paese con la più grande produzione al mondo di canna da zucchero. Gabriele Rondani, Marketing e PR director e Anna Sgarzi, Brand Ambassador di Rinaldi 1957, che distribuisce in Italia il rum Don Papa, hanno lanciato, nei giorni successivi alla prima, trionfale, edizione del Roma Bar Show, il “Sevillana Cask Finish”, rum in edizione limitata super premium, che sarà in Italia a fine ottobre, ispirato dalla Spagna, al profumo di arance di Siviglia. Una miscela di rum ...
Leggi Tutto

“Surfin’ Bird”, il bar manager Nicholas Pinna dell’”Hotel Locarno” di Roma dedica il suo drink al cult “Full Metal Jacket”

“Surfin’ Bird”, il bar manager Nicholas Pinna dell’”Hotel Locarno” di Roma dedica il suo drink al cult “Full Metal Jacket” Il bar manager Nicholas Pinna dell’“Hotel Locarno” di Roma, omaggia il celebre film cult kubrickiano: “Full Metal Jacket”, creando il drink “SURFIN’ BIRD”, prendendo ispirazione, in particolare, dall’omonimo brano della colonna sonora. Un cocktail in cui è il Mint Julep a renderlo leggero quanto basta, con il ghiaccio tritato a dare il giusto tono di freschezza, ed il blend di whisky, a conferirgli quell’inimitabile, unico carattere. E non potrebbe essere altrimenti: il whisky utilizzato come base è un blend di tre ...
Leggi Tutto