Caravaggio l’anima e il sangue: Incontro Stampa

 “Quello che mi ha spinto a provarci in realtà è che si differenzia da quello che faccio di solito, ma nello stesso tempo non se ne discosta molto,  poiché si tratta di trasmettere delle emozioni con la voce, per cui lo considero un arricchimento, mi sono emozionato, divertito e questo è l’importante, è ciò che mi aspettavo ed è successo.”

Helen Mirren: Incontro Stampa

“Non credo nei fantasmi, crederò nei fantasmi nel momento esatto in cui ne vedrò uno, fin ora, non avendoli visti, non ci credo. Credo però nel grande potere dell’immaginazione umana, credo nel potere del credere, credo nel credere se la vogliamo mettere così. Ritengo, peraltro, che l’essere umano sia solo all’inizio del lungo percorso di scoperta di ciò che  può essere la mente e lo spiritismo, diciamo che sono agnostica e aspetto le informazioni.”

Black Panther di Ryan Coogler

“Il mondo…stà cambiando, presto ci saranno solo conquistati e conquistatori. Sei una brava persona, di cuore ed è difficile per  uno come te essere…re!”.

Dopo la fugace comparsa accanto allo spocchioso Iron Man, alias Tony Stark, in Captain American: Civil War, per vendicare la morte del padre, re T’Chaka (John Kani) vittima di  un attentato,  il principe ereditario, T’Challa (Chadwick Boseman), si presenta ufficialmente al pubblico, facendo il suo ingresso sul grande schermo con il cinecomic, diretto da Ryan Coogler, interamente dedicato a lui ed hai suoi poteri: Black Panther, il quale costruisce, adeguatamente, le origini del neonato personaggio, spazzando via qualsiasi dubbio ed incertezza in grado di alimentare possibili,  e controproducenti, lacune.

Cinquanta Sfumature di Rosso di James Foley

Si chiude la trilogia, dal tanto suscitato scalpore, con l’ultima attesissima sfumatura, il rosso, riadattamenti cinematografici dei romanzi scandalo della scrittrice londinese E. L. James, pseudonimo di Erika Leonard, il cui tasso erotico ha avuto l’effetto di solleticare la fantasia di centinaia di menti femminili, perse nell’immaginaria trasgressione dell’oramai celebre protagonista maschile Christian Grey, confermando le molteplici pecche dei precedenti capitoli, e scivolando, ancor di più, nella banale, superficiale e desolante rappresentazione, a cui si aggiungono i dialoghi privi di originalità.

Phantom Thread di Paul Thomas Anderson

Paul Thomas Anderson, regista e sceneggiatore ambienta nella Londra degli anni’50 la sua splendida pellicola, prodotta da lui stesso assieme a Megan Ellison, JoAnne Sellar e Daniel Lupi, Phantom Thread: Il Filo Nascosto, in cui la vita del ricercato, bramato stilista Reynolds Woodcock (Daniel Day Louis ritiratosi ufficialmente dalle scene nel giugno 2017), uomo superbo dalla sottile fragilità d’animo visibilmente insofferente per tutto ciò che esula dai programmi di una vita pianificata dettagliatamente nel tempo e nello spazio, al vertice della moda assieme alla sorella Cyril (Lesley Manville), verrà stravolta dall’arrivo di Alma (Vicky Krieps), ragazza molto più giovane di lui, la cui indifesa sensuale dolcezza cela una ferrea sicura personalità.

15:17 Attacco al Treno di Clint Eastwood

“Non pensi mai che la vita ti stia spingendo verso qualcosa? Uno scopo più elevato?”

A porre questa domanda è Spencer Stone, Sergente della Air Force statunitense, non immaginando che da li a poco sarebbe stato protagonista, assieme ai suoi amici di infanzia Anthony  Sadler,  studente di Kinesiologia e di atletica alla Sacramento State University, e Alek Skarlatos,  soldato della Guardia Nazionale dell’Oregon, interpreti di se stessi nel lungometraggio, evitando la tragedia dell’attacco terroristico avvenuto il 21 agosto 2015, ad opera del marocchino  Ayoub  El-Khazzani, sul convoglio Thalys n. 9364 diretto a Parigi da Amsterdam.

Stanley Tucci: Incontro Stampa

Stanley Tucci dedica la sua quinta pellicola: Final Portrait, all’artista italo svizzero Alberto Giacometti, raccontando il particolare rapporto di amicizia tra il maestro e lo scrittore americano, amante dell’arte, James Lord, il quale accettò, incuriosito, di posare per lui, entrando nel mondo in cui genialità e frustrazione, viaggiano di pari passo fino a fondersi dando vita alle inestimabili opere, e riportato nel libro, scritto dal medesimo Lord, da cui è stato tratto fedelmente il film

A Casa Tutti Bene di Gabriele Muccino

Incomprensioni, gelosie, litigi e tradimenti sono le tematiche proposte ed affrontate da Gabriele Muccino nella sua nuova pellicola: A Casa Tutti Bene, il quale pone al centro della scena i precari equilibri del complesso microcosmo di una famiglia riunitasi, nella meravigliosa Ischia, in occasione dei 50 anni di matrimonio dei nonni, e messi, loro malgrado, inevitabilmente, in discussione, attraverso la rappresentazione di personaggi dalla personalità troppo debole per affrontare apertamente le proprie insicurezze.

“The Shape of Water – La Forma dell’Acqua”, di Guillermo del Toro – Recensione

“L’acqua prende la forma di tutto ciò che la contiene in quel momento e, anche se l’acqua può essere così delicata, resta anche la forza più potente e malleabile dell’universo. Vale anche per l’amore, non è vero? Non importa verso cosa lo rivolgiamo, l’amore resta sé stesso sia verso un uomo, una donna o una creature.”

Sono Tornato di Luca Miniero

“Eravate un popolo analfabeti, e dopo 80 anni torno e vi ritrovo un popolo di analfabeti”

Un amara immagine, ulteriormente sottolineata da questa inquietante affermazione, e non solo, presente nella grottesca parodia, dall’agro sapore, che emerge dalla pellicola diretta da Luca Miniero: Sono Tornato, tratta dal libro e dal film Er Ist Wieder Da diretto da Davis Wnendt, Lui è Tornato, la quale, ricalcando le orme del celebre film tedesco, utilizzando l’ironia della satira, mostra l’ipotetico ritorno di Benito Mussolini e il suo iniziale smarrimento nel rapportarsi con l’Italia di oggi.