“E’ stato tutto bello – Storia di Paolino e Pablito”: su Sky e NOW mercoledì 21 dicembre il documentario diretto da Walter Veltroni

“E’ stato tutto bello – Storia di Paolino e Pablito”: su Sky e NOW mercoledì 21 dicembre il documentario diretto da Walter Veltroni

Arriva in prima tv su Sky “È STATO TUTTO BELLO – STORIA DI PAOLINO E PABLITO”, che vede il ritorno alla regia di Walter Veltroni per catturare l’emozionante storia calcistica e umana di Paolo Rossi, scomparso il 9 dicembre 2020. Il documentario sarà in onda mercoledì 21 dicembre alle 21.15 su Sky Cinema Uno, in contemporanea anche su Sky Cinema 4K, Sky Documentaries, sabato 24 dicembre alle 14 e alle 21 su Sky Sport Calcio, in streaming su NOW e disponibile on demandanche in qualità 4K.

Veltroni, che del film firma anche soggetto e sceneggiatura, racconta il campione attraverso filmati privati e di repertorio, oltre che attraverso interviste a chi gli è stato vicino, tra queste quelle a Federica Cappelletti e Rossano Rossi, moglie e fratello del calciatore, oltre che i compagni di squadra Antonio Cabrini, Marco Tardelli e Giuseppe Bergomi. Il film è una produzione Palomar, in collaborazione con Vision Distribution.

Bambino gracile all’apparenza e di famiglia proletaria, Paolino gioca a calcio tutti i giorni nei campetti dell’oratorio della sua città, Prato. Il talento si nota e, appena quattordicenne, viene chiamato a giocare nella giovanile della grande Juventus, che lo costringe a trasferirsi da solo a Torino. Si rompe il menisco per tre volte all’inizio di una carriera che rischia di non cominciare mai. Dopo essere diventato capocannoniere e aver fatto impazzire l’Italia ai Mondiali in Argentina, durante i quali entra nel cuore di tutti con il soprannome di Pablito, la sua carriera subisce nuovamente una battuta d’arresto: viene investito dalle accuse nel brutto affaire del calcioscommesse. Seppur assolto dal tribunale, la giustizia sportiva lo condanna a due anni di assenza dai campi. Subito dopo, però, Enzo Bearzot, che lo ama e lo stima da sempre, lo porta senza esitazione in Spagna a giocare quel Mondiale dell’82 che tutta l’Italia ricorda.

Filmati privati, interviste a chi lo ha conosciuto nella sua intimità, repertorio delle sue prove più

straordinarie e testimonianze dei suoi momenti più difficili: la storia di Paolo Rossi (insieme Paolino e Pablito) è, sempre, dolore, gioia, sacrificio, trionfo.

La Redazione