Giornate Professionali di Cinema: sblocco risorse per il cinema dal Sottosegretario alla Cultura Borgonzoni

Giornate Professionali di Cinema: sblocco risorse per il cinema dal Sottosegretario alla Cultura Borgonzoni

Di grande interesse per l’intero settore, 45° edizione delle Giornate Professionali di Cinema – New Challengestogether a Sorrento, i panel di approfondimento sui temi di attualità del mercato e dell’industria cinematografica nazionale riunitasi in questi giorni.

Non solo proiezioni e artisti alla manifestazione di Sorrento che si conferma preziosa occasione di incontro e discussione sul futuro del Cinema italiano.

Nel pomeriggio di mercoledì 30 novembre, in apertura dei lavori, la Senatrice Lucia Borgonzoni, Sottosegretario al Ministero della Cultura ha partecipato all’incontro, moderato da Simone Gialdini (Direttore Generale ANEC) e Francesca Medolago Albani (Segretaria Generale ANICA) sul tema Il Theatrical cuore della redditività economica dell’audiovisivo: siamo ancora in tempo?”.

“Un importante appuntamento di confronto sulle sfide che attendono il sistema cinematografico italiano” –  ha dichiarato il Sottosegretario – “e sulle potenzialità ancora da sviluppare grazie a un lavoro di squadra, affinché il settore superi le difficoltà degli ultimi anni e continui a crescere. Sono felice, inoltre, di poter condividere con voi una notizia attesa da tempo che, con il parere positivo del Ministero dell’Economia e delle Finanze, annuncia lo sblocco di fondi per circa 253 milioni di euro da destinare agli investimenti nelle sale (circa 25 milioni), ai costi di funzionamento delle stesse (circa 113 milioni), ma anche a distribuzione (circa 54 milioni) e attività di attrazione di investimenti internazionali (circa 60 milioni)”.

L’incontro ha accolto sul tema gli interventi di Roberto AndòPiera DetassisBenedetto HabibLuigi LonigroNicola Maccanico, Jaime Ordanza, Mario Lorini e la conclusione di Nicola Borrelli.

“Interventi autorevoli che convengono tutti sul fatto che il cinema in sala” – dichiara il Presidente ANEC Lorini – “è ancora il momento più importante per i film nati, prodotti e pensati per essa. Se consideriamo, poi, il fatto che un film che esce in sala può beneficiare di una forte spinta, promozionale ed economica, diviene naturale concludere che il theatrical costituisca, oggi più che mai, il cuore della redditività economica dell’audiovisivo e di tutto ciò che gravita intorno ad esso”.

Nel corso della mattinata, moderato da Simone Gialdini (Direttore generale ANEC), si è discusso anche sul tema Quale esercizio cinematografico per lo spettatore di oggi”, con gli interventi di Bruno Zambardino della DCGA del MiC, Federico Bagnoli Rossi – presidente e Direttore generale FAPAV, Marco Giasotti – Green Cross Italia, Silvia Paonessa – CEO di OnCasting, Alessandro Rossi e Richard Borg rispettivamente Consigliere e Presidente di FCE – First Class Entertainment.

La Redazione