“Romulus II – La Guerra per Roma”: l’11 novembre su Sky e NOW gran finale della seconda stagione

“Romulus II – La Guerra per Roma”: l’11 novembre su Sky e NOW gran finale della seconda stagione

Roma è stata fondata, ma il sogno di una città pacifica, egualitaria e prospera è stato presto infranto dalla profezia. Non c’è posto per due re su un solo trono; qualcuno deve morire, perché solo uno è destinato a regnare sulla Città eterna. Chi è, dunque, il primo vero re di Roma? Chi, tra Yemos Wiros, è Romulus?

Torna con gli ultimi due episodi la serie prodotta da Sky Studios, Cattleya e Groenlandia, “ROMULUS II – LA GUERRA PER ROMA”, il cui gran finale andrà domani venerdì 11 novembre su Sky Atlantic e in streaming su NOW (gli episodi saranno ovviamente disponibili anche on demand).

L’epica moderna di Matteo Rovere, che “mescola racconto mitico e realismo magico, intrigo politico e azione pura” (Corriere della Sera), capace di “trasportare lo spettatore in un altro tempo e un altro spazio” (Wired), ha entusiasmato la critica italiana, che ne ha apprezzato in modo particolare, fra le altre cose, ambizioni e valori produttivi, definendola “una serie di livello internazionale” (Tvblog), “forse la più completa realizzazione vista fino ad ora di una produzione italiana di stampo internazionale” (Badtaste); “una delle migliori serie tv italiane in assoluto” (Movieplayer).

Leggi anche: “Romulus II – La Guerra per Roma”: chi prenderà il nome Romulus? Matteo Rovere e i protagonisti presentano la seconda stagione

In otto episodi girati come i precedenti interamente in protolatino e scritti da Filippo Gravino Guido Iuculano con Flaminia Gressi e Federico Gnesini, “Romulus II” arriva finalmente al cuore del mito fondativo di Roma, con i protagonisti della prima stagione, Andrea Arcangeli (Yemos), Marianna Fontana (Ilia)Francesco Di Napoli (Wiros) cui nei nuovi episodi si aggiungono Valentina Bellè (“Volevo fare la rockstar”, “L’uomo del labirinto”, “Catch-22”) nei panni di Ersilia, a capo delle sacerdotesse Sabine; Emanuele Maria Di Stefano (“La scuola cattolica”, “Siccità”) che interpreta il re dei Sabini Tito Tazio, figlio del Dio Sancos, il più potente nemico di Roma; Max Malatesta (“Favolacce”, “Il primo Re”) è Sabos, consigliere e braccio destro del re dei Sabini; Ludovica Nasti (“L’amica geniale”) veste i panni di Vibia, la più giovane fra le sacerdotesse Sabine; mentre Giancarlo Commare (“Skam Italia”, “Maschile singolare”, “La Belva”) è Atys, il giovane re di Satricum. Tornano anche Vanessa Scalera (Silvia), Sergio Romano (Amulius)Demetra Avincola (Deftri).

Negli ultimi due episodi di “Romulus II”, Tito concede a Wiros tre giorni per arrendersi, ma il re di Roma incita gli altri ad avere speranza nella loro vittoria. Yemos intanto è certo di essere stato scelto dalla Dea e condivide le visioni che la Lupa gli ha rivelato. Wiros sposa Ersilia e il giorno delle nozze è entusiasta di vedere il fratello lì per celebrarlo. Ben presto, però, dovrà affrontare la verità. Wiros lascia i suoi soldati senza parole quando si arrende e cede la città di Roma. L’ex re rientra in città incatenato e sottomesso davanti al suo popolo. Durante l’umiliante parata, però, una donna si fa spazio tra la folla e gli posa sulle spalle una coperta lasciando Tito sconvolto. Quest’ultimo vuole delle risposte e le troverà lasciando Wiros nei boschi nel bel mezzo della tempesta.

La Redazione