“Monster” e “The Watcher”: Netlix rinnova le serie create da Ryan Murphy

“Monster” e “The Watcher”: Netlix rinnova le serie create da Ryan Murphy

Netflix, come riportato e confermato da Deadline, ha ufficialmente rinnovato per altre due stagioni la serie antologica “Mostro”, e per una seconda stagione “The Watcher”, entrambe sviluppate da Ryan Murphy, il quale aveva recentemente dichiarato al New York Time: “Potrei non fare nulla. Potrei andare in pensione e lanciare una linea di prodotti a base di cera d’api. Non sarei sorpreso se mi trasferissi sulla costa orientale e cambiassi completamente la mia vita. Ho appena comprato una fattoria e ho sempre voluto fare il contadino. Sono cresciuto in Indiana. Il mio cortile era un campo di grano.”

“Il pubblico non riesce a distogliere lo sguardo da ‘Monster’ e ‘The Watcher’. Il team creativo di Ryan Murphy e Ian Brennan in Monster insieme a Eric Newman in ‘The Watcher’ sono narratori magistrali che hanno affascinato il pubblico di tutto il mondo” – ha dichiarato Bela Bajaria, Head of Global TV, Netflix“La forza back-to-back di queste due serie è dovuta alla distinta voce originale di Ryan che ha creato sensazioni culturali e siamo entusiasti di continuare a raccontare le storie negli universi di “Monster’ e ‘The Watcher’”.

“Mostro”, la prima stagione composta da 10 episodi, ha debuttato lo scorso 21 settembre ed ha visto al centro della scena Jeffrey Dahmer, noto come il Mostro di Milwaukee, responsabile di aver ucciso e smembrato diciassette giovani ragazzi, di cui la maggior parte di colore, tra il 1978 e 1991.

Scritta e prodotta esecutivamente da Murphy assieme a Ian Brennan, e diretta da Janet Mock, alla regia e sceneggiatura assieme a Carl Franklyn, in particolare ha raccontato la vicenda dal punto di vista delle vittime di Dahmer, prendendo in considerazione l’incompetenza delle forze di polizia e i numerosi lascia passare che questa ha concesso a Dahmer, un uomo bianco di bell’aspetto. L’uomo è stato ucciso da un compagno di cella nel 1994 all’età di 34 anni.

A dare il volto al protagonista è stato Evan Peters, con il Premio Oscar Richard Jenkins, a vestire i panni di Lionel, padre di Dhamer, il quale insegnò al figlio la tecnica di imbalsamazione delle ossa animali, utilizzata da Jeffrey sulle sue vittime per smaltirne i resti. La maggior parte dei delitti infatti è stata caratterizzata da atti di necrofilia, cannibalismo e preservazione dei corpi. Penelope Ann Miller invece è la madre del killer. Nel cast anche: Niecy Nash, Shaun J e Colin Ford.

Per quanto riguarda i nuovi annunciati episodi, attualmente non sono state diffuse informazioni in merito a quali personaggi verranno approfonditi, se con che “racconteranno le storie di altre figure mostruose che hanno avuto un impatto sulla società”.

“The Watcher” invece, è approdata sullo servizio del colosso dello streaming il 13 ottobre. Creata da Murphy sempre assieme a Brennan, e con protagonisti Naomi Watts e Bobby Cannavale, si basa su un fatto cronaca realmente accaduto. Nel 2014 infatti una coppia acquistò una casa coloniale del 1905 per la cifra di 1,4 milioni di dollari. Abitazione tuttavia che dovettero abbandonare dopo aver ricevuto diverse agghiaccianti lettere da qualcuno che firmandosi per l’appunto ‘The Watcher’ li minacciava affermando di ‘sorvegliare’ la casa da decenni. In seguito i coniugi non riuscendo a vendere l’abitazione l’affittarono, e l’inquilino ricevette i medesimi inquietanti messaggi. Infine la casa fu venduta nel 2019 al prezzo di 959.000 dollari. L’identità dell’osservatore è ancora oggi sconosciuta.

Ovviamente anche per questo progetto non è stato rilasciato alcune dettaglio sullo sviluppo della seconda stagione.

© Riproduzione Riservata