Trieste Science+Fiction Festival: domenica 6 novembre il primo astronauta italiano Franco Malerba

Trieste Science+Fiction Festival: domenica 6 novembre il primo astronauta italiano Franco Malerba

Ultimo giorno di proiezioni e grandi appuntamenti domenica 6 novembre al Trieste Science+Fiction Festival, la manifestazione tra scienza e fantascienza che si concluderà con la tradizionale cerimonia di premiazione serale al Politeama Rossetti. La giornata di domenica 6 novembre si apre alle ore 11.00 con la proiezione al Teatro Miela del classico fantascientifico “Gli invasori spaziali (Invaders from Mars)”, l’ultimo film da regista del geniale William Cameron Menzies. Alle 14.00 sempre al Miela appuntamento con l’imperdibile selezione di Spazio Corto dedicata ai cortometraggi italiani.

Attesissimo ospite di domenica 6 novembre al Trieste Science+Fiction sarà Franco Malerba, il primo astronauta italiano che nel 1992 volò nello spazio come ingegnere di bordo dello shuttle Atlantis che portava nello spazio il laboratorio Eureca e il satellite Tethered italiano. Domenica 6 novembre Franco Malerba sarà protagonista di uno degli incontri aperti al pubblico di Mondofuturo, ciclo di incontri tra scienza e fantascienza, che si svolgerà alle ore 12.00 presso il DoubleTree by Hilton Trieste, durante il quale presenterà il suo nuovo libro “Il cibo nello spazio” (Dedalo, 2022), in cui descrive cosa mangiano gli astronauti, perché sulla Stazione Spaziale Internazionale si coltivano micro-ortaggi e tante altre curiosità sul perché l’alimentazione diventerà sempre più essenziale per l’esplorazione futura della Luna e di Marte. Alle 16:30 al Teatro Miela, inoltre, Franco Malerba terrà la conferenza a ingresso libero “Il ritorno alla Luna e la New Space Economy”: in occasione del trentennale del suo volo nello spazio, racconterà la vita in orbita e le prospettive dei futuri viaggi spaziali, parlando in particolare del cibo e delle risorse che saranno necessarie per missioni di lunga durata. Non mancheranno divertenti retroscena delle missioni passate, da lui vissute in prima persona.

In programma sempre domenica 6 novembre anche due imperdibili proposte che arrivano dall’Oriente: alle 15.00 al Rossetti in calendario l’anteprima italiana di “Annular Eclipse” di Chi Zhang (Cina, 2021), un’oscura opera sci-fi dall’estetica Cyberpunk che ci trascinerà in una storia di giochi di potere, intrighi e manipolazione informatica. Sempre in anteprima italiana sarà anche “Alienoid” di Choi Dong-hoon (Corea del Sud, 2022), distribuito in Italia da Minerva Pictures e in programma al festival sempre domenica 6 novembre alle 17.00 al Rossetti: un film d’azione sudcoreano con alieni, arti marziali, viaggi nel tempo e un budget ed effetti speciali da vero e proprio blockbuster. 

Dopo la tradizionale cerimonia di premiazione in programma alle ore 20.30 presso il Rossetti, verrà proiettato come film di chiusura della 22° edizione del festival “Incredible But True” (Francia/Belgio, 2022), una bizzarra commedia fantasy del visionario regista Quentin Dupieux, in cui una coppia appena trasferitasi in una nuova casa si accorge che nel seminterrato c’è qualcosa che potrebbe cambiare per sempre le loro vite.

La Redazione