Trieste Science+Fiction Festival: alla 22esima edizione la Masterclass con l’acclamato regista Neil Marshall

Trieste Science+Fiction Festival: alla 22esima edizione la Masterclass con l’acclamato regista Neil Marshall

Penultima giornata della 22° edizione del Trieste Science+Fiction, la più importante manifestazione italiana dedicata al genere fantastico che si concluderà domenica 6 novembre. Sabato 5 novembre si comincia alle 14.00 al Miela con “Captain Nova”, film vietnamita che mostra di cosa sono capaci bambini e ragazzi quando il mondo e l’ambiente lanciano un grido d’allarme, che verrà proiettato nell’ambito di Education Program, la proposta educativa del Trieste Science+Fiction che si articola in un ricco calendario di eventi e attività dedicati ai più piccoli. Alle 15.00 al Rossetti in programma l’anteprima di “The Impact” di Chris Jones (Regno Unito, 2022), un disaster movie in cui rimangono appena 97 minuti prima che la Terra venga distrutta da un gigantesco asteroide: cosa faresti nel poco tempo rimasto?

Alle 16.00 al Miela Neil Marshall, acclamato regista di film come “Dog Soldiers”, “The Descent – Discesa nelle tenebre”, “Centurion” e di alcuni episodi della serie tv “Il Trono di Spade”, ospite d’onore al Trieste Science+Fiction Festival e vincitore del Premio Asteroide alla carriera, sarà protagonista di una masterclass a ingresso gratuito dedicata al suo film d’esordio Dog Soldiers, che si terrà dopo la proiezione del film in versione restaurata.

Alle ore 17:00 al Politeama Rossetti in programma l’anteprima di “Memory of Water” di Saara Saarela (Finlandia/Germania/Estonia/Norvegia, 2022), dramma distopico basato sull’omonimo romanzo di Emmi Itäranta e prossimamente in uscita in Italia distribuito da Blue Swan Entertainment: in un mondo sconvolto dal riscaldamento globale, l’acqua potabile è severamente razionata; l’ultimo vero maestro del tè confida alla figlia il luogo segreto di una sorgente. Alle 20.00 sempre al Rossetti in calendario l’anteprima italiana di “Vesper” di Kristina Buožytė e Bruno Samper (Lituania/Francia/Belgio, 2022), un’impressionante storia dall’ambientazione distopica, distribuito in Italia da Leone Film Group: dopo il collasso dell’ecosistema terrestre, la tredicenne Vesper deve usare tutte le sue risorse per sopravvivere, assieme al padre malato Darius, tra i resti decadenti di un mondo distrutto.

Alle 21.00 al Miela sarà la volta dellanteprima mondiale di “Pluto” di Renzo Carbonera, con protagonista Andrea Pennacchi, già noto al grande pubblico per il personaggio “il Poiana”, che racconta di un uomo che vive in un ex forte sulle Alpi della prima guerra mondiale. Sembra avere una missione da compiere: è l’ultimo agente di una società segreta che negli anni ha evitato che la folle corsa atomica portasse l’umanità alla distruzione. Lucide visioni di un olocausto nucleare che balugina all’orizzonte accompagnano il suo girovagare. Adesso la bomba è diventata la sua ossessione, il suo tormento e la sua unica ragione di vita.

Alle 22.30 al Rossetti sarà la volta della commedia splatter “Wolf Manor” di Dominic Brunt (Regno Unito, 2022), presentato in anteprima mondiale al FrightFest, un’opera metacinematografica in cui la produzione di un film sui vampiri a basso budget nell’oscura campagna inglese viene attaccata da un lupo mannaro. La serata di sabato 5 novembre si conclude alle 00.00 al Teatro Miela con “Mad Heidi” di Johannes Hartmann e Sandro Klopfstein (Svizzera, 2022), dai produttori del cult “Iron Sky” e presentato come primo film “Swissploitation” della storia: in una Svizzera distopica sotto il comando di un fascista magnate del formaggio, Heidi vive una vita tranquilla sui monti. Dopo essere stata rapita da brutali truppe d’assalto del governo, innescherà una rivoluzione.

La Redazione