“La timidezza delle chiome”: il Poster e il Trailer del film di Valentina Bertani al cinema dal 10 novembre

“La timidezza delle chiome”: il Poster e il Trailer del film di Valentina Bertani al cinema dal 10 novembre

Dopo essere stato presentato con entusiasmo e un ottimo riscontro di pubblico e critica nella Sezione Notti Veneziane delle Giornate degli Autori nell’ambito della 79° Mostra internazionale d’Arte Cinematografica di VeneziaI WONDER PICTURES in collaborazione con Unipol Biografilm Collection annunciano la data di uscita nelle sale italiane, del 10 novembre, di La timidezza delle Chiome”, di Valentina Bertani, che racconta la vita di due gemelli omozigoti in cerca di un loro posto nel mondo.

“La timidezza delle Chiome” – di cui per l’occasione I Wonder Pictures rilascia il Trailer e il Poster – è un film character driven, capace di raccontare il difficile periodo di passaggio tra l’infanzia e l’età adulta di due adolescenti con disabilità intellettiva.

Il film è una co-produzione Italia – Israele, prodotto da Diaviva per l’Italia e Movieplus per Israele, ed è stato realizzato con il sostegno di MiBACT e NFCT. “La timidezza delle Chiome” sarà distribuito in Italia dal 10 novembre da I Wonder Pictures in collaborazione con Unipol Biografilm Collection.

Quando la scuola finisce e comincia l’età adulta, Benjamin e Joshua Israel, due gemelli omozigoti di origine ebraica, iniziano a sentirsi oppressi. Mentre amici e compagni di classe pianificano una nuova vita, loro non riescono a immaginare il futuro. Avere vent’anni e un naturale carisma unito a una buona dose di spavalderia non basta se hai una disabilità intellettiva e il mondo in cui vivi non sembra essere fatto per accoglierti. Sentendosi esclusi, Benjamin e Joshua si confrontano con i limiti imposti dagli altri senza avere paura di sbatterci contro. Joshua desidera fare sesso per la prima volta, mentre Benjamin insegue l’utopia di un amore. Anche se i due entrano spesso in conflitto tra loro, il loro legame è impossibile da sciogliere. Impareranno presto che crescere significa dare spazio all’altro senza fargli ombra.

La Redazione