“Nosferatu”: Nicholas Hoult in trattative per unirsi al cast del remake diretto da Robert Eggers

“Nosferatu”: Nicholas Hoult in trattative per unirsi al cast del remake diretto da Robert Eggers

Nicholas Hoult, come riportato da Deadline, è in trattative per entrare a far parte del cast di “Nosferatu”, il remake del classico dell’horror di Friedrick Wihelm Murnau – tra i primi adattamenti di ‘Dracula” di Bram Stoker uscito esattamente 100 anni fa ovvero nel 1922 – che sarà scritto e diretto da Robert Eggers.

Il progetto vedrà protagonisti l’interprete dell’iconico pagliaccio diabolico Pennywise in “It: Chapter 1 e 2” di Andy Muschietti, nonché volto di Eric Draven nell’annunciato reboot de “Il Corvo”, Bill Skarsgard, e Lily – Rose Depp, a breve su HBO Max con la serie “The Idol”, e attualmente anche lei nella fase finale delle trattative.

Il regista, al suo quarto film dopo “The Witch” (2015), “The Lighthouse” (2019), e “The Northman” (2022), da tempo aveva in mente di realizzare il rifacimento, e nel 2019 con nel ruolo dei personaggi principali Harry Styles e Anya Taylor – Joy, interprete dei sopracitati “The Witch” e “The Northman”, ci era andato molto vicino. Il progetto tuttavia naufragò a quanto pare a causa degli elevati costi per la Studio 8. Ora però, tutto è pronto per la lavorazione, e se da un lato Eggers è riuscito ad ingaggiare Skarsgard, da sempre la sua scelta per vestire i panni del leggendario vampiro, dall’altra ha dovuto rinunciare alla Taylor – Joy, dalla fittissima agenda di impegni.

Prodotto da Jeff Robinov, John Graham, Robert Eggers, Chris Columbus ed Eleanor Columbus, il rifacimento targato Focus Features, proprio come l’originale, sarà ambientato sempre nella Germania del 19esimo secolo con al centro della scena l’ossessione del vampiro della Transilvania per una giovane donna, moglie dell’uomo che lo sta aiutando a trasferirsi, che la perseguita portando con se il proprio indescrivibile orrore.

La produzione dovrebbe partire entro la fine dell’anno, e le riprese si svolgeranno a Praga e Toronto.

© Riproduzione Riservata