“Rosanero”: la nuova commedia Sky Original in esclusiva su Sky Cinema e NOW dal 9 settembre

“Rosanero”: la nuova commedia Sky Original in esclusiva su Sky Cinema e NOW dal 9 settembre

Arriva in prima tv assoluta “ROSANERO”, la nuova commedia Sky Original, in esclusiva il 9 settembre su Sky Cinema Uno alle 21.15, disponibile on demand e in streaming solo su NOW. Già presentata in anteprima al #Giffoni2022, ha come protagonista Salvatore Esposito con a fianco la piccola Fabiana Martucci, al suo debutto al cinema, ed è diretta da Andrea Porporati che ha scritto il soggetto e l’ha sceneggiato insieme allo stesso Salvatore Esposito. Il film è prodotto da 11 Marzo Film, Sky e Vision Distribution e distribuito da Vision Distribution. Il soggetto è tratto dall’opera letteraria di Maria Tronca “Rosanero” edita dalla casa editrice Baldini+Castoldi.

ROSANERO è una favola moderna dai toni leggeri con qualche elemento dark che, attraverso un imprevedibile e inaspettato scambio d’identità, dà vita a una commedia degli equivoci adatta a tutta la famiglia con un finale a sorpresa dove il bene e il male si ribaltano di continuo.

Nel cast con Salvatore Esposito e Fabiana Martucci anche Antonio Milo (“Natale in casa Cupiello”, “il Commissario Ricciardi”), Salvatore Striano (“L’oro di Scampia”), Aniello Arena (“Reality”, “Ultras”) nel ruolo di Michele a’Murena e con la partecipazione straordinaria di Sebastiano Somma (“Rimini Rimini”, “Opera”, “il Mercante di Stoffe”).

Totò, quarant’anni, è un boss emergente della criminalità organizzata del napoletano. Rosetta è una bambina di dieci anni che frequenta la quinta elementare. Una mattina Totò viene colpito al petto da un proiettile. In quello stesso istante Rosetta cade da un’altalena e batte la testa. La bambina e il boss vengono operati, ma quando si riprendono dal coma entrambi sono cambiati. Totò, il camorrista, si risveglia nel corpo di Rosetta, Rosetta in quello di Totò. Una bambina gentile e amante della danza resta imbrigliata nelle fattezze di un gangster. E un gangster in quello di una bambina.

La Redazione