“Gutsy – Storie di coraggio”: la docuserie di Hillary e Chelsea Clinton arriverà il 9 settembre su Apple Tv+ – il Trailer

“Gutsy – Storie di coraggio”: la docuserie di Hillary e Chelsea Clinton arriverà il 9 settembre su Apple Tv+ – il Trailer

Apple TV+ ha rilasciato il Trailer di “Gutsy – Storie di coraggio”, la docuserie in otto parti di Hillary Rodham Clinton e Chelsea Clinton che celebra donne coraggiose divenute fonte di ispirazione, che farà il suo debutto il 9 settembre. Basata sul bestseller del New York Times delle Clinton, “The Book of Gutsy Women”, la docuserie mostra Hillary e Chelsea intraprendere un viaggio stimolante per incontrare artiste rivoluzionarie, pioniere, attiviste, leader di varie comunità ed eroine di tutti i giorni per mostrarci cosa significa veramente essere donne coraggiose al giorno d’oggi.

A unirsi a loro ci sono proprio alcune delle loro eroine personali, donne straordinarie, coraggiose e resilienti che hanno lasciato un’impronta nella società e nel mondo, tra cui Glennon Doyle, la dottoressa Jane Goodall, Mariska Hargitay, Goldie Hawn, Kate Hudson, Kim Kardashian, Megan Thee Stallion, Amber Ruffin, Amy Schumer, Gloria Steinem, Wanda Sykes, Symone (nota come Reggie Gavin), Abby Wambach, Natalie Wynn (nota come ContraPoints) e molte altre ancora.

Hillary e Chelsea, come non le abbiamo mai viste prima, rivelano il loro speciale legame madre-figlia e il modo unico e multi-generazionale con cui affrontano le questioni importanti e attuali evidenziate in ciascuno degli otto episodi.

“Gusty – Storie di coraggio” è prodotta per Apple da HiddenLight Productions in associazione con Left/Right LLC, Hillary Clinton e Chelsea Clinton sono le produttrici esecutive insieme a Johnny Webb, Siobhan Sinnerton, Roma Khanna, Ken Druckerman, Banks Tarver e Anna Chai, che funge anche da showrunner, con i produttori Kevin Vargas e Claire Featherstone e i consulenti di produzione Huma Abedin e Bari Lurie. La serie è diretta da Chai, MJ Delaney, Amber Fares, Sally Freeman, Yu Gu, Joie Jacoby, Arlene Nelson e Cynthia Wade.

La Redazione