“This England”: la serie con Kenneth Branagh a settembre su Sky

“This England”: la serie con Kenneth Branagh a settembre su Sky

Prodotto dalla Fremantle, dalla Passenger di Richard Brown e alla Revolution Film di Michael Winterbottom, con quest’ultimo anche alla produzione esecutiva assieme a Richard Brown, e con Tim Shipman, editorialista politico del Sunday Times coinvolto in qualità di consulente, “This England”, il dramma in 5 episodi, produzione Sky Original, che vedrà Kenneth Branagh interpretare il Primo Ministro britannico Boris Johnson, approderà sulle piattaforme di ben 88 territori.

In particolare, la serie debutterà il 21 settembre su Sky in Italia, Regno Unito, Irlanda, Germania, Austria e Svizzera. In Spagna su Moviestar+, in Scandinavia, Baltico, Polonia e Paesi Bassi su Viaplay, in Grecia su Cosmote e in Australia e altri Paesi su BBC First.

Diretto da Michael Winterbotton, autore anche della sceneggiatura assieme a Kieron Quirke, lo show, precedentemente intitolato “This Sceptred isle”, ripercorrerà alcuni degli eventi più devastanti mai accaduti nel Regno Unito, e l’impatto che la crisi sanitaria ha avuto in tutto il Paese, attraverso le testimonianze di persone appartenenti alle varie classi sociali. Dal numero 10 di Downing Street, al dipartimento della salute, al gruppo consultivo scientifico per le emergenze (SAGE) nonché di coloro in prima linea che combattano senza sosta il virus, come i medici e gli infermieri negli ospedali e nelle case di cura.

Jens Richter, CEO di Fremantle International, ha definito “This England” un “dramma davvero unico, che unisce il talento di Michael Winterbottom  nel raccontare potenti storie vere con un’interpretazione straordinaria di Kenneth Branagh” – aggiungendo – “Questa drammatizzazione del dietro le quinte di come il governo, gli scienziati, la comunità medica e le persone comuni in tutta l’Inghilterra abbiano affrontato questi eventi straordinari affascinerà e catturerà gli spettatori. Siamo onorati di collaborare con una gamma così fantastica di acquirenti per portare questa incredibile storia al pubblico di tutto il mondo.”

FONTE DEADLINE