“Bagdad Cafè”: il cult movie di Percy Adlon arriva in eslcusiva su IWONDERFULL ​

“Bagdad Cafè”: il cult movie di Percy Adlon arriva in eslcusiva su IWONDERFULL ​

“Bagdad Café”, il film di Percy Adlon diventato uno dei cult movie del cinema d’autore e indipendente degli anni Ottanta, è finalmente disponibile in esclusiva su IWONDERFULL, la piattaforma streaming di I Wonder Pictures. È questo il primo di una collezione di classici che arriverà, al ritmo di uno al mese, sulla piattaforma, opere che I Wonder Pictures avrebbe certamente voluto distribuire se fosse esistita.

Per fortuna esistono le seconde occasioni e Andrea Romeo, fondatore di I Wonder Pictures, l’ha colta al volo, acquisendo una serie di grandi film del passato che andranno su IWONDERFULL, ma che saranno anche a disposizione dei festival per far rivivere la loro magia anche in sala. I primi saranno a Venezia, nella selezione di Venezia Classici, e sono gli annunciati “I misteri del giardino di Compton House” di Peter Greenaway e “Mes Petites Amoureuses” di Jean Eustache.

“Bagdad Café è la storia di Jasmin, che durante un litigio con il marito nel corso di una vacanza decide di scendere dalla macchina e cominciare una nuova vita. Al Bagdad Cafè, un posto sperduto nel deserto gestito dall’energica Brenda, una donna che deve inquadrarti almeno un paio di volte prima di dare confidenza. Ma Jasmin ha un dono: capisce le persone e le fa sentire bene. Decide di restare lì, prende una stanza nel motel di fianco, Brenda le offre un lavoro, lei intrattiene la clientela con i suoi giochi di prestigio e la sua umanità. Il Bagdad Café è un posto bellissimo, forse fuori dal mondo, forse no, chi lo sa. Diretto dal tedesco Percy Adlon e interpretato in maniera straordinaria da Marianne SägebrechtBaghdad Cafè” è rimasto nella memoria anche per la bellissima theme song “Calling You” di Jevetta Steel, diventata un classico come il film.

“Bagdad Cafè” è quello che viene oggi definito un “feel good movie”, ed è vero, per stare meglio basta andare su IWONDERFULL.it

La Redazione