“Sogno di volare”, a #Giffoni2022 le prime 4 clip del documentario in collaborazione con il Parco archeologico di Pompei

“Sogno di volare”, a #Giffoni2022 le prime 4 clip del documentario in collaborazione con il Parco archeologico di Pompei

Un sogno che diventa realtà. Verranno presentate il 26 Luglio alle 12.15 in Sala Truffaut le prime clip del documentario “Sogno di Volare”, la prima produzione teatrale del Parco archeologico di Pompei, diretto da Marcello Adamo e prodotto da Giffoni Innovation Hub. In sala con i ragazzi saranno presenti Gabriel Zuchtriegel (Direttore Generale del Parco Archeologico di Pompei), Maria Rispoli (Rup del Progetto), Marcello Adamo (Regista), Gianni Vasatarella (attore/insegnante di recitazione), Valeria Pollice (attrice/insegnante di recitazione), Inse Mennella (studentessa/attrice), Simone De Franco (studente/attore).

“Sogno di volare” è la prima produzione teatrale del Parco archeologico di Pompei, un progetto ambizioso, che si pone l’obiettivo di ricucire il rapporto tra un sito di inestimabile valore storico artistico ed il suo territorio. A maggio i ragazzi di alcune scuole del territorio, ‘Istituto Liceale Pascal di Pompei e l’Istituto tecnico Pantaleo di Torre del Greco hanno portato in scena un adattamento della commedia “Uccelli” di Aristofane con la regia di Marco Martinelli, musiche di Ambrogio Sparagna e disegno luci di Vincent Longuemare, professionisti della scena teatrale di fama internazionale. Il progetto è realizzato in collaborazione con Ravenna Festival, Teatro delle Albe/Ravenna Teatro, Teatro Nazionale/Teatro di Napoli e Giffoni Film Festival. Il progetto si inserisce in un protocollo di intesa stipulato, in attuazione del Piano strategico, lo scorso aprile tra il Parco archeologico di Pompei, il Grande Progetto Pompei/Unità Grande Pompei e l’Ufficio scolastico regionale della Campania, finalizzato a coinvolgere le scuole del territorio e stabilire un legame concreto tra le antiche testimonianze e i giovani fruitori, in un percorso volto alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio storico-archeologico. A Giffoni il compito di narrare, attraverso le immagini, questo straordinario viaggio con un documentario che racconta, tappa dopo tappa, la costruzione della messa in scena di un’opera teatrale dietro cui si nasconde qualcosa di più grande e più profondo, come il cementarsi di una identità collettiva ma anche la valorizzazione dei talenti di un territorio nel segno della cultura.

La Redazione