La Settimana Internazionale della Critica: annunciato il Programma della 37esima edizione – il Manifesto Ufficiale

La Settimana Internazionale della Critica: annunciato il Programma della 37esima edizione – il Manifesto Ufficiale

Annunciato nel corso della conferenza stampa, tenutasi questa mattina, il programma ufficiale della 37esima edizione de La Settimana Internazionale della Critica (SIC), la sezione autonoma e parallela organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) nell’ambito della 79esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, che si terrà dal 31 agosto al 10 settembre 2022.

La Settimana Internazionale della Critica (SIC) è composta da una selezione di sette lungometraggi In Concorso, che saranno tutti presentati in anteprima mondiale, due eventi speciali, che includono il film d’apertura e di chiusura, una proiezione speciale e la sezione cortometraggi. La selezione è curata dalla Delegata Generale della SIC Beatrice Fiorentino con i membri della commissione di selezione Enrico Azzano, Chiara Borroni, Ilaria Feole Federico Pedroni.

DI SEGUITO IL PROGRAMMA

CONCORSO

“ANHELL69”di Theo Montoya, Colombia

Un carro funebre percorre le strade di Medellín, mentre un giovane regista racconta il suo passato in questa città violenta e conservatrice. Ricorda la preparazione del suo primo film, un B-movie sui fantasmi. La giovane comunità queer di Medellín viene scritturata per il film, ma il protagonista principale muore di overdose da eroina a 21 anni, come molti amici del regista. Anhell69 esplora i sogni, i dubbi e le paure di una generazione annichilita e la sua lotta per continuare a fare cinema.

“BEATING SUN | TANT QUE LE SOLEIL FRAPPE”di Philippe Petit, Francia

Max non sogna di realizzare “green wall” per alberghi a cinque stelle. Paesaggista tenace ma con le spalle al muro, lotta per creare un giardino naturale, senza recinzioni, nel centro di Marsiglia: un’area verde aperta a tutti. Dopo anni di fallimenti, il suo progetto raggiunge la fase finale di un concorso di architettura. Questa, per Max, è l’ultima possibilità di dare ossigeno alle persone che stanno soffocando in un inferno urbano, sotto il sole battente.

“DOGBORN” – di Isabella Carbonell, Svezia

Senzatetto e invisibili, due gemelli lottano costantemente per sopravvivere. La sorella è una bomba a orologeria; le sue urla sono assordanti. Il fratello, invece, non parla, ma urla dentro di sé. Il sogno di avere una vera casa li porta a un’inaspettata opportunità di lavoro che sembra abbastanza semplice: trasportare merci da un punto A a un punto B. Ma quando le merci si presentano sotto forma di due giovani ragazze accade l’indicibile: tra fratello e sorella si crea improvvisamente una frattura. Nel corso di due giorni intensi, i gemelli sono costretti a prendere una decisione che cambierà la loro vita: fino a che punto sono disposti a spingersi nella ricerca di un futuro migliore?

“EISMAYER” di David Wagner, Austria

Il vice tenente Eismayer è l’istruttore più temuto dell’esercito austriaco. I suoi metodi ne hanno messo in discussione il futuro nell’arma. Eismayer è anche gay, un segreto che minaccia il suo lavoro e la sua famiglia. Un giorno Falak, gay dichiarato, si unisce al reggimento. Con lui Eismayer si scontra, ma ne è al tempo stesso attratto. Eismayer deve scegliere se superare il timore di un coming out o continuare a vivere una vita piena di infelicità ed emozioni represse. Eismayer è basato sulla vera storia, l’amore, le sfide di Charles Eismayer e Mario Falak, due uomini che si sono incontrati in un mondo in cui tutto era contro di loro. Oggi sono felicemente uniti civilmente. Erano ancora in servizio attivo al momento delle riprese e sono molto rispettati dalla maggior parte dei loro colleghi. Anche se non da tutti…

“HAVE YOU SEEN THIS WOMAN? | DA LI STE VIDELI OVUŽENU?” –  di Dušan Zorić e Matija Gluščević, Serbia

Al caldo di un giorno d’estate, Draginja trova un cadavere che le assomiglia. Al caldo di un giorno d’estate, Draginja ingaggia un finto marito per mettersi in mostra con le amiche. Al freddo di una notte d’inverno, Draginja vaga per le strade, sperando di recuperare la memoria. Attraverso tre diverse possibilità di vita, una donna di mezza età cerca di uscire dalla sua pelle.

“MARGINI” – di Niccolò Falsetti, Italia

Fine estate 2008. Edoardo, Iacopo e Michele sono i membri di un gruppo punk di Grosseto, nella Maremma Toscana. Stanchi di suonare tra sagre e feste dell’Unità, hanno finalmente l’opportunità di andare a Bologna ad aprire il concerto di una famosa band hardcore americana. È tutto pronto, ma il giorno della partenza ricevono una chiamata dagli organizzatori: il concerto è annullato. Ma i tre non si danno per vinti: se non possono suonare a Bologna, saranno i Defense a venire a Grosseto! I paradossi della provincia e la grottesca mentalità dei suoi abitanti, renderanno l’organizzazione del concerto decisamente più ardua del previsto, trasformando ogni piccolo dettaglio in un problema. L’arrivo degli americani si avvicina inesorabilmente e, insieme alla riuscita dell’impresa, viene messo in discussione ogni punto fermo della vita dei tre ragazzi, rischiando di fargli perdere ciò che hanno sempre dato per scontato: la loro indistruttibile amicizia.

“SKIN DEEP” –  di Alex Schaad, Germania

A prima vista Leyla e Tristan sembrano una giovane coppia felice. Ma quando si recano su un’isola remota e misteriosa, inizia un gioco di identità che cambierà tutto – la loro percezione, la loro sessualità, la loro identità. Non solo la loro relazione sarà in pericolo, ma potrebbero non tornare mai più ad essere quelli di un tempo.

FUORI CONCORSO

FILM D’APERTURA:

“THREE NIGHTS A WEEK | TROIS NUITS PAR SEMAINE” –  di Florent Gouëlou, Francia

Baptiste, 29 anni, ha una relazione con Samia, quando incontra Cookie Kunty, una giovane drag queen della vita notturna parigina che immediatamente lo affascina. Inizialmente motivato dall’idea di realizzare un progetto fotografico su di lei, Baptiste entra in questo nuovo mondo e finisce per intraprendere una relazione con Quentin, il giovane che si cela dietro la drag queen.

FILM DI CHIUSURA:

“QUEENS | MALIKATES” – di Yasmine Benkiran, Marocco

Casablanca, Marocco. Un trio di donne, con la polizia alle calcagna, intraprende una lunga fuga che le porta ad attraversare le aspre terre rosse e le valli fiorite dell’Atlante per raggiungere il mare.

PROIEZIONE SPECIALE:

(in collaborazione con la 79. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica)

“BLOOD | O SANGUE” – di Pedro Costa, Portogallo

CORTOMETRAGGI

CONCORSO

“ALBERTINE WHERE ARE YOU?” – di Maria Guidone
“COME LE LUMACHE | LIKE SNAILS”  – di Margherita Panizon
“NOSTOS” – di Mauro Zingarelli
“PUIET | SAPLING” – di Lorenzo Fabbro e Bronte Stahl
“REGINETTA” – di Federico Russotto
“RESTI | REMAINS” – di Federico Fadiga
“LA STANZA LUCIDA | LUCID ROOM” –  di Chiara Caterina

FUORI CONCORSO

CORTOMETRAGGIO DI APERTURA

“PINNED INTO A DRESS” – di Gianluca Matarrese e Guillaume Thomas

CORTOMETRAGGIO DI CHIUSURA

“HAPPY BIRTHDAY” –  di Giorgio Ferrero

La Redazione