“Dune: Part Two”: Léa Seydoux sarà Lady Margot nell’atteso sequel

“Dune: Part Two”: Léa Seydoux sarà Lady Margot nell’atteso sequel

Il cast di “Dune: Part Two”, a quanto pare è destinato ad arricchirsi ulteriormente. Léa Seydoux infatti, tra gli interpreti protagonisti dell’ultimo film di David Cronenberg: “Crime of the Future”, presentato al 75esimo Festival di Cannes, starebbe per concludere le trattative per unirsi al progetto, sequel del nuovo adattamento cinematografico dell’omonimo influente romanzo di fantascienza del 1965 di Frank Herbert, diretto ovviamente, come la prima parte, da Denis Villeneuve.

La Seydoux, come riportato da Deadline, vestirà in particolare i panni di Lady Margot, componente della sorellanza Bene Gesserit e moglie del conte Hasimir Fenring, governatore di Arrakis durante il passaggio di potere tra gli Harkonnen e gli Artreides.

Nelle sale dal 20 ottobre del 2023, le riprese di “Dune: Part Two” partiranno il prossimo 16 luglio a Budapest, e la storia si concentrerà su Paul che riunisce un massiccio esercito di Fremen per combattere lo spietato Harkonnen, mentre diventa una figura essenziale, un messia per gli abitanti di Arrakis, e il cui cast continua arricchirsi.

Nel cast ritroveremo: Timothée Chalamet/Paul Artreides, Rebecca Ferguson/Lady Jessica, Dave Bautista/Glossu Rabban, Stellan Skarsgard/Barone Harkonnen, Zendaya/Chani, Javier Bardem/Stilgar, Josh Brolin/Gutney Kalleck, affiancati inoltre dai recentemente confermati Christopher Walken ne l’Imperatore Galattico Shaddam IV, Florence Pugh, nei panni della Principessa Irulan, figlia dell’Imperatore Shaddam Corrino IV, nonché figura importante nella vita di Paul Atreides dal volto di Timothée Chalamet, Austin Butler, protagonista del biopic “Elvis” di Buz Luhrmann, in quelli di Feyd-Rautha Harkonnen, personaggio chiave della seconda parte, nipote minore ed erede del Barone Vladimir Harkonnen, descritto come crudele, traditore e astuto proprio come suo zio.

FONTE DEADLINE