Premio Marta Marzotto – i Vincitori

Premio Marta Marzotto – i Vincitori

Si conclude giovedì 9 giugno alla Casa del Cinema la prima edizione del Premio Marta Marzotto riservato ai cortometraggi di giovani cineasti. Ideato e promosso da Diamante Marzotto, il Premio è stato concepito per celebrare una donna che ha profuso impegno, passione e generosità nella scoperta e nella valorizzazione dei giovani talenti.

Una scelta difficile per la qualità e la quantità delle opere pervenute dall’Italia e dall’estero che sono state visionate dalla giuria del Premio composta da Laura Delli Colli, Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, Andrea Purgatori giornalista, sceneggiatore e saggista e dal regista, sceneggiatore e produttore Marco Risi.

Tre sono i cortometraggi che verranno premiati, selezionati dalla giuria che ha operato una valutazione sulla base dello storytelling, del valore civile, dello stile narrativo, dell’originalità ma anche del coraggio e della capacità di raccontare storie emozionanti.

Il podio all’intenso e drammatico Eggshell” di Ryan William Harris (Sayonara Film), un racconto appassionante che affronta la delicata tematica del bullismo e rivela l’attenzione al sociale, una delle linee guida del premio.

La vita di Joey è un alternarsi tra il fantastico mondo infantile e la difficile realtà della periferia irlandese. Dopo essersi creato un guscio alimentato dalla fantasia per proteggersi dalle problematiche familiari, Joey è costretto ad affrontare prematuramente il transito verso l’età adulta.

Al secondo posto “Illusione” di Lorenzo Quagliozzi (Sayonara Film), che svela sogni e speranze di una concertista greca di origini italiane che negli anni ’50 incrocia a Trieste l’amore della sua vita. Con lui si trasferisce negli Stati Uniti, dove andrà incontro ad un inaspettato destino.

Tra i riconoscimenti assegnati, c’è infine una menzione speciale per “Notte Romana – Storia d’amore e di coltello” di Valerio Ferrara, prodotto dal centro Sperimentale di Cinematografia, già vincitore Premio/Menzione FEDIC Miglior Corto, premio collaterale e ufficiale della 78° Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Una storia d’amore impossibile tra un ragazzo borghese e una ragazza dell’estrema periferia, una passione nata d’estate e finita bruscamente in una calda notte d’inverno. Il giovane regista ha recentemente trionfato al Festival di Cannes con “Il Barbiere Complottista”, primo premio nella sezione La Cinef riservata a studenti di cinema – una selezione di 16 film scelti fra 1.528 candidati provenienti da 378 scuole di cinema nel mondo.

I tre registi, che testimoniano una notevole sensibilità nel perseguire percorsi artistici personali, riceveranno dalla Presidente Diamante Marzotto un premio in denaro del valore di  3.000, 2.000 e 1.000 dal primo al terzo classificato, e una creazione artistica di Gambaro & Tagliapietra, la raffinata azienda di Murano nota a livello internazionale per la produzione di oggettistica in vetro artistico, da piccoli e grandi capolavori a veri e propri manufatti da collezione.

La Redazione