Sky Cinema: da martedì 17 maggio la rassegna “Cannes Cannes” in prima visione: “A Chiara” e “Un eroe”

Sky Cinema: da martedì 17 maggio la rassegna “Cannes Cannes” in prima visione: “A Chiara” e “Un eroe”

In occasione della 75esima edizione del Festival di Cannes che si svolgerà da martedì 17 a sabato 28 maggio, Sky Cinema propone una rassegna con più di 30 film premiati nelle precedenti edizioni, in un doppio appuntamento all’interno del periodo della kermesse: da martedì 17 a giovedì 19 maggio da martedì 24 a giovedì 26 maggio, sempre su Sky Cinema Due. Tutti i titoli sono disponibili anche in streaming su NOW e on demand su Sky.

Da non perdere i due titoli in prima visione: martedì 17 maggio alle 21.15 “A CHIARA” premiato alla Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes 2021 e fresco vincitore, con Swamy Rotolo, del David di Donatello come Migliore attrice protagonista. Il film di Jonas Carpignano (“A Ciambra”) è il ritratto di una ragazza coraggiosa fra ‘ndrangheta e futuro. La famiglia Guerrasio si riunisce per celebrare i 18 anni di Giulia. È un’occasione felice e la famiglia è molto unita, ma, il giorno seguente, papà Claudio parte improvvisamente. La figlia 15enne Chiara inizia così a indagare sui motivi che hanno spinto il padre a lasciare Gioia Tauro. Più si avvicina alla verità, più è costretta a riflettere su che tipo di futuro vuole per sé stessa.

Martedì 24 maggio alle 21.15 sarà invece la volta di “UN EROE”, di Asghar Farhadi – regista due volte premio Oscar® per “Una separazione e Il cliente” – Il film, Gran premio della giuria al Festival di Cannes 2021, racconta la storia di Rahim, in prigione a causa di un debito che non è riuscito a ripagare. Approfittando di un permesso di due giorni, cerca di convincere il suo creditore a ritirare la denuncia per una parte della somma dovuta. Ma le cose non vanno secondo i piani.

La rassegna si compone poi di titoli firmati dai più grandi nomi del panorama cinematografico internazionale, tra questi: Paolo Sorrentino con “IL DIVO” (Premio della giuria 2008) e “THIS MUST BE THE PLACE” (Premio della giuria ecumenica 2011); Matteo Garrone con “GOMORRA” (Gran premio al miglior film 2008), “REALITY” (Gran premio della giuria 2012) e “DOGMAN” (Miglior attore 2018 a Marcello Fonte); Yorgos Lanthimos con “DOGTOOTH” (Miglior film Un Certain Regard 2009) e “IL SACRIFICIO DEL CERVO SACRO” (Miglior sceneggiatura 2017); Pedro Almodóvar con “TUTTO SU MIA MADRE” (Miglior regia 1999), “VOLVER – TORNARE” (Miglior sceneggiatura 2006 e Miglior attrice al cast femminile tra cui Penélope Cruz) e “DOLOR Y GLORIA” (Miglior attore a Antonio Banderas 2019); Quentin Tarantino con “PULP FICTION” (Palma d’oro 1994) e “BASTARDI SENZA GLORIA” (Miglior attore a Christoph Waltz 2009); Ken Loach con IL VENTO CHE ACCAREZZA L’ERBA” (Palma d’oro al 2006), IL MIO AMICO ERIC” (Premio della giuria ecumenica 2009), “LA PARTE DEGLI ANGELI” (Premio della Giuria 2012)  e “IO, DANIEL BLAKE” (Palma d’oro 2016). Tra gli altri segnaliamo: gli orientali “OLD BOY” di Park Chan-Woo (Gran premio della giuria 2004) e “DRIVE MY CAR” di Ryusuke Hamaguchi (Miglior sceneggiatura 2021), recentemente premiato anche con l’Oscar® 2022 per il miglior film internazionale“LA PERSONA PEGGIORE DEL MONDO” di Joachim Trier (Miglior attrice 2021 a Renate Reinsve); “LA VITA DI ADELE” di Abdellatif Kechiche (Palma d’oro 2013); “IL PROFETA” di Jacques Audiard (Gran premio della giuria 2009) e “IL CLIENTE” di Asghar Farhadi (Miglior sceneggiatura 2016 e Miglior attore a Shahab Hosseini).

La Redazione