Cannes 2022: Rossy de Palma Presidente della Giuria della Caméra d’Or

Cannes 2022: Rossy de Palma Presidente della Giuria della Caméra d’Or

La carismatica attrice spagnola Rossy de Palma, celebre interprete dei film diretti da Pedro Almodovar, sarà la Presidente della Giuria della Caméra d’Or della 75esima edizione del Festival di Cannes, che si terrà dal 17 al 28 maggio, e premierà la miglior opera prima tra i tutti i film della Selezione Ufficiale e delle Sezioni Parallele.

Nel 2018, Lukas Dhont, quest’anno in Concorso con il film “Close”, ha ricevuto la Caméra d’Or per il suo esordio con “Girl”. Nel 2019 la Caméra d’or è stata assegnata al regista César Diaz per “Nuestras madres”; e nel 2021 è andata alla regista Antoneta Alamat Kusijanović per “Murina”.

La Giuria presieduta da Rossy de Palma consegnerà il premio durante la cerimonia di chiusura di Cannes 2022 sabato 28 maggio.

Figura ispiratrice del Festival di Cannes, de Palma ha partecipato al Concorso con Pedro Almodovar nel 2009 in “Broken Embraces” e nel 2016 con “Julieta”. Presente anche con “The Man who Killed Don Chisciotte” di Terry Gilliam, proiettato alla fine del Festival nel 2018.

“La creazione di un film” – dice Rossy De Palma“è la storia di un’ossessione, un atto di volontà sproporzionata che sfida la logica, spinto dal bisogno vitale di esprimere una visione. Per fare ciò, ci vuole una perseveranza incrollabile per attraversare deserti disseminati di miraggi, osare esporsi a coloro che stanno guardando, trasmettere il desiderio di sopraffare, trasformare, trascendere. Ma nel caso di un primo film, è ancora più eroico, più scoraggiante. Perché, come in tutto ciò che viene fatto per la prima volta, c’è un ingrediente dell’inaspettato, un elemento di magia. E così celebriamo la nascita di un regista! La mia storia d’amore con il cinema e con il Festival di Cannes è una storia di pura gioia che si estende fino ad essere il presidente della Giuria della Caméra d’Or. Dal profondo del mio cuore, spero di mostrarmi degna di questo grande onore.”

Come da tradizione, la giuria è composta da rappresentanti francesi dell’industria (media, industria, associazioni di registi) e due artisti ospiti insieme a Rossy de PalmaNatasza Chroscicki (CEO di ARRI France), Jean-Claude Larrieu (direttore della fotografia), Éléonore Weber (scrittrice, sceneggiatrice e regista), Olivier Pelisson (giornalista e critico cinematografico), Lucien Jean-Baptiste (regista, sceneggiatore e attore), Samuel Le Bihan (attore).

La Redazione