“Due donne al di là della legge”: il Poster del film di Raffaele Schettino da Maggio al cinema

“Due donne al di là della legge”: il Poster del film di Raffaele Schettino da Maggio al cinema

Dopo l’anteprima mondiale di venerdì 22 aprile 2022, ore 19.00 (GTM -5) presso Cinemark Memorial City, Houston (Texas) alla 55a edizione del WorldFest di Houston, l’opera seconda di Raffaele Schettino, prodotta da Groucho cinema srl, ha ricevuto il prestigioso Gold “Remi” Award per la regia durante la cerimonia di chiusura del festival, sabato 23 aprile. Il festival ha ospitato lungometraggi in anteprima provenienti da tutto il mondo ed è il festival internazionale terzo per grandezza e longevità negli USA.

“Due donne al di là della legge” è la storia di una famiglia italiana in un tempo passato, ma con una maturità sociale che oltrepassa i tempi attuali. Prende ispirazione da una storia vera.

Nell’Italia agraria di inizio Novecento, negli anni ’20 in un piccolo paese nel meridione, un uomo (Donato – Raffaele Schettino) vive felicemente con la moglie (Anna – Mara Calcagni), ma si innamora di un’altra donna (Marisa – Sonja Birgit Berg), còrsa e da poco emigrata con la famiglia dalla Sardegna. Le due donne risolvono l’impasse in una convivenza a tre, alla luce del sole, e con la creazione di una famiglia allargata. Il piccolo paesino lentamente accetta la situazione, in nome dell’Amore e dell’Amicizia, negli anni burrascosi delle lotte contadine e operaie e in uno sfondo di magia contadina.

Una storia tutta al femminile dove DUE DONNE rivoluzionano il sentire comune.

Raffaele Schettino: “E’ un grande onore per me essere premiato al WorldFest di Houston, dove sono passati registi del calibro di Spielberg, Oliver Stone, David Lynch. Due donne al di là della legge è ispirato ad una storia vera, in realtà molto diffusa in Italia ad inizio secolo, e la cui tematica è fortemente attuale. Ho ritenuto importante raccontarla proprio per rimarcare come il ruolo delle donne sia stato sempre fondamentale nella conquista dei diritti civili e della libertà di scelta in senso ampio. Ringrazio Kathleen e Hunter, tutto lo staff del festival, l’istituto di cultura italiana a Los Angeles e, naturalmente, cast, troupe e sostenitori del film.”

Il cast ha respiro internazionale e intorno alle attrici protagoniste Mara Calcagni e Sonja Birgit Berg, vediamo la partecipazione di attori non protagonisti come Luisa de Santis, Jean-Paul Denizon e Clara Galante. La verità delle relazioni umane è ricercata nell’interpretazione spontanea degli interpreti, mentre la tradizione rivive con canti e musiche del tempo giustapposte a musiche classiche e a musiche di genere psichedelico.

Il film è stato girato interamente in Italia e le ambientazioni sono state scelte tra la provincia di Latina (Fondi) e la città di Latina (presso Latina Film Commission), la provincia di Avellino (in Irpinia – Ariano Irpino, Frigento, Taurasi), la provincia di Teramo (Ortona de’ Marsi).

La Redazione