Razzie Awards 2022: annullato il premio a Bruce Willis in seguito alla diagnosi di afasia

Razzie Awards 2022: annullato il premio a Bruce Willis in seguito alla diagnosi di afasia

La 42esima edizione dei Razzie Awards, i riconoscimenti assegnati ogni anno ai peggiori film e alle peggiori interpretazioni dell’anno, aveva dedicato un’intera categoria alla peggiore performance di Bruce Willis. Tuttavia, inseguito all’annuncio del ritiro dalle scene dell’attore a causa dell’afasia, un disturbo del linguaggio che comporta la perdita della capacità di comporre e comprendere, causata alle lesioni aeree del cervello deputate alla sua elaborazione, gli organizzatori dell’evento John Wilson e Mo Murphy sono tornati sui propri passi annullando il premio.

“Dopo molte riflessioni e considerazioni, i Razzie hanno deciso di revocare il Razzie Award assegnato a Bruce Willis, a causa della sua diagnosi recentemente rivelata” – hanno comunicato attraverso una dichiarazione Wilson e Murphy “Se le condizioni mediche di una persona sono un fattore nel processo decisionale e/o nelle performance, riconosciamo che non è appropriato darle un Razzie” – in merito alla precedente nomina legata a Shelly Duvall come peggior attrice in “Shining” hanno inoltre aggiunto – “Con il passare del tempo abbiamo scoperto che la performance di Duvall è stata influenzata dal modo in cui Stanley Kubrick l’ha trattata durante tutta la produzione. Vorremmo cogliere l’occasione per revocare anche quella nomina.”

La decisione di annullare il riconoscimento a Willis è giunta inseguito alle reazioni indignate sorte sotto il post condiviso sull’account Twitter dei Razzie.

I Razzies sono davvero dispiaciuti per la condizione diagnosticata a BruceWillis. Forse questo spiega perché voleva andarsene con il botto nel 2021. I nostri migliori auguri a Bruce e alla sua famiglia.”

FONTE DEADLINE