“Good Omens”: le riprese della seconda stagione sono terminate

“Good Omens”: le riprese della seconda stagione sono terminate

Le riprese della seconda stagione della serie targata Amazon Studios “Good Omens”, sono ufficialmente terminate. Ad annunciare la conclusione il regista Douglas Mackinnon attraverso il proprio profilo Twitter.

Nel cast dello show, come precedentemente annunciato, confermato Jon Hamm (“Top Gun: Maverick”) nel ruolo dell’Arcangelo Gabriele, che sarà aiutato e spalleggiato dagli angeli Michele, interpretato da uno degli attori del cast della prima stagione Doon Mackichan (“ToastSmack the Pony”), e Uriel, interpretato da Gloria Obianyo (“Dune”, “High Life”). A loro si sono uniti i nuovi angeli, Saraqael, dal volto di Liz Carr (“Devs”, “Testimoni silenziosi”) e Muriel, di Quelin Sepulveda (“Havoc – Fuori controllo”, “L’uomo che cadde sulla Terra”). Un altro personaggio chiave dell’Inferno in questa stagione sarà vestito da Shelley Conn (“Bridgerton”, “Gli Irregolari”).

Originariamente basata sul best-seller internazionale di Terry Pratchett e Neil Gaiman, la nuova stagione esplorerà trame che vanno oltre il materiale originale per fare luce sulla sconcertante amicizia tra Aziraphale, un angelo esigente, commerciante di libri rari, e il demone dalla vita frenetica Crowley. Essendo stati sulla Terra sin dall’Inizio, e avendo ormai sventato l’Apocalisse, Aziraphale e Crowley stanno tornando a una comoda vita tra i mortali a Soho, Londra, quando un messaggero inaspettato li mette davanti a un mistero sorprendente.

Neil Gaiman torna come executive producer e sarà co-showrunner con l’executive producer Douglas Mackinnon, tornato anche alla regia. Rob Wilkins di Narrativia, in rappresentanza di Terry Pratchett, John Finnemore e l’head of comedy di BBC Studios Productions Josh Cole saranno anche executive producer, con Finnemore co-writer insieme a Gaiman. “Good Omens” è basato sull’amatissimo best-seller internazionale scritto da Terry Pratchett (“Hogfather”) e Gaiman. La nuova stagione è prodotta da Amazon Studios, BBC Studios Productions, The Blank Corporation e Narrativia.

La Redazione