Le major hollywoodiane sospendono le uscite dei propri titoli in Russia

Le major hollywoodiane sospendono le uscite dei propri titoli in Russia

In sostegno dell’Ucraina Warner Bros., Sony, Disney e Paramount, hanno deciso di sospendere le uscite cinematografiche dei rispettivi titoli in Russia, ribadendo ulteriormente il loro fermo dissenso nei confronti della drammatica invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

“Data l’invasione non provocata dell’Ucraina e la tragica crisi umanitaria, abbiamo sospeso l’uscita di film cinematografici in Russia, incluso il prossimo ‘Turning Red’ della Pixar” – ha affermato la Disney“Prenderemo altre decisione in futuro in base all’evoluzione della situazione. Nel frattempo, vista la portata dell’emergente crisi dei rifugiati, stiamo lavorando con i nostri partner delle ONG per fornire aiuti urgenti e assistenza umanitaria.”

La Warner Bros. ha sospeso ovviamente l’attesissimo “The Batman”, che avrebbe debuttato in Russia il 3 marzo.

“In conseguenza della crisi umanitaria in Ucraina, WarnerMedia ha deciso di sospendere l’uscita di ‘The Batman’ nel territorio russo. Continueremo a monitorare l’evoluzione della situazione e la nostra speranza è che questa tragedia si risolva rapidamente e in maniera pacifica” – ha dichiarato Warner.

Sony ha bloccato il debutto di “Morbius” con protagonista Jared Leto.

“Abbiamo sospeso la programmazione dell’uscita cinematografica dei nostri film in Russia, incluso ‘Morbius’. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono rivolti a chi sta subendo gli effetti di questa situazione, e la nostra speranza è che questa crisi si risolva rapidamente” – ha comunicato Sony.

Per quanto riguarda Paramount, non distribuirà “Sonic 2 – il film”, e la commedia romantica con Sandra Bullock e Channing Tatum “The Lost City”.

“Mentre assistiamo alla tragedia in corso in Ucraina, abbiamo deciso di sospendere l’uscita nelle sale dei nostri film in Russia, tra cui ‘The Lost City’ e ‘Sonic the Hedgehog 2’. Sosteniamo tutti coloro che sono stati colpiti dalla crisi umanitaria in Ucraina, Russia e i nostri mercati internazionali. Continueremo a monitorare la situazione man mano che si sviluppa” – ha annunciato la Paramount.

Ma non è tutto, ad esprimere infatti tutto il proprio appoggio al popolo ucraino anche la Motion Pictures Association of America.

“La Motion Picture Association è al fianco della comunità internazionale nel sostenere lo stato di diritto e condannare l’invasione russa dell’Ucraina. A nome delle nostre società associate, che guidano l’industria di film, TV e streaming, esprimiamo il nostro più forte sostegno alla vivace comunità creativa ucraina che, come tutte le persone, merita di vivere e lavorare in pace. Continueremo a monitorare la situazione, lavorando a stretto contatto con i nostri membri e partner di tutto il settore creativo globale.”

FONTE DEADLINE/DEADLINE