“Cleopatra”: Gal Gadot svela cosa racconterà dell’iconica Regina

“Cleopatra”: Gal Gadot svela cosa racconterà dell’iconica Regina

Come ben si sa, a dirigere il biopic “Cleopatra” che vedrà Gal Gadot nelle vesti dell’epica regina dell’Egitto che regnò dal 52 a.C fino a quando non morì, non sarà più Patty Jenkins, presente in ogni caso come produttore esecutivo, bensì Kari Skogland, regista dietro la macchina da presa della serie Marvel disponibile su Disney+ “The Falcon and the Winter Soldier”.

La Jenkins infatti, ha lasciare la regia del film per dedicarsi pienamente al terzo capitolo di “Wonder Woman” e al nuovo titolo Star Wars “Rogue Squadron”, che nonostante sia tolto dal catalogo Disney sarebbe ancora nei programmi dello studio.

Ad aggiudicarsi i diritti dell’ambizioso “Cleopatra” al termine di un’asta infuocata, non prima però di aver fornito la garanzia per l’importante budget, come ben si sa è stata la Paramount, che è riuscita ad avere la meglio sugli altri concorrenti tra cui la Universal, Apple, Warner Bros. e Netflix.

La sceneggiatura è stata scritta da Laeta Kalogridis, autrice di “Alexander”, “Alita Buttle Angel” e “Shutter Island”, e a produrre saranno la stessa Gadot, attraverso la sua Pilot Wave Motion Pictures, assieme alla Atlas Entertainment. A curare la produzione esecutiva inoltre anche la Kalogridis.

Ed ora è proprio la Gadot ad aggiornare i fan sullo sviluppo del progetto.

“Non posso rivelare molto, se con che celebreremo la storia di Cleopatra. Mostreremo non solo quanto sia sexy e attraente, ma anche quanto grazie alle sue strategia e intelligenza sia riuscita ad avere un impatto sul mondo di oggi. Ho visto tutti i film su Cleopatra che sono stati realizzati nel corso della storia, ma penso che il noi racconteremo la storia di cui il mondo ha bisogno sentire, specialmente ora” – l’attrice volto di Wonder Woman ha poi risposto alle critiche relative alla sua nazionalità che non corrisponde con quella del ruolo di Cleopatra – “Prima di tutto, se vuoi essere fedele ai fatti, allora Cleopatra era macedone. Stavano cercando un’attrice macedone che potesse adattarsi a Cleopatra ma non l’hanno trovata, ed io sono molto appassionata di Cleopatra” – ha infine concluso – “Ho amici in tutto il mondo, musulmani, cristiani, cattolici, atei, buddisti, e ebrei ovviamente. Le persone sono persone, ed io voglio celebrare l’eredità di Cleopatra e onorare questa straordinaria icona storica che ammiro così tanto… Sai, chiunque può fare questo film e chiunque può andare avanti e farlo. Sono entusiasta del fatto di poter fare la mia parte.”

In precedenza il ruolo dell’epica sovrana del periodo tolemaico, è stato portato sul grande schermo con successo tra l’altro, da Elizabeth Tylor nell’imponente kolossal del 1963, guidato da Joseph Mankiewicz, che conquistò 4 Oscar ma superò il budget fissato rischiando di mandare in bancarotta la 20th Century Fox. Successivamente nel 1917, toccò a Theda Bara e ancora da Vivien Leigh e Rhonda Fleming.

Una storia al femminile ed estremamente affascinante, che la Sony Pictures e i produttori Amy Pascal e Scott Rudin hanno sviluppato per anni, e per cui si erano fatti nomi di Angelina Jolie e Lady Gaga come possibili volti, e di Denis Villeneuve, James Cameron e David Fincher per la regia.

FONTE VARIETY