“Spider – Man No Way Home”: il ritorno dell’amichevole Spiderman di quartiere, ora sotto gli occhi del mondo intero – Incontro Stampa Evento

“Spider – Man No Way Home”: il ritorno dell’amichevole Spiderman di quartiere, ora sotto gli occhi del mondo intero – Incontro Stampa Evento

Micromegas, Sony e Marvel grazie ad uno speciale incontro stampa evento, organizzato all’interno degli Studi di Cinecittà, hanno dato via al lancio dell’ultima avventura di “Spider-Man”, con Tom Holland collegato in diretta da Los Angeles e presente sotto forma di ‘ologramma’, pronto a rispondere alle domande di una platea di giornalisti guidati da Alessandro Cattelan.

“Sono a Los Angeles ma con il cuore sono a Roma” – esordisce Tom Holland“Abbiamo lavorato tantissimo, è stato eccitante e sono soddisfattissimo. Spider-Man è un personaggio fortemente legato al voler utilizzare i suoi poteri per il bene e con questa sceneggiatura entusiasmante ed intensa riusciamo a toccare il cuore del pubblico.”

“Spider-Man: No Way Home” è sicuramente il film più atteso del MCU dai tempi di “Avengers: Infinity War” ed “Endgame”. Una pellicola che riparte da dove si era interrotta la precedente, ma che riserva molte sorprese, con l’amato supereroe costretto a prendere in mano la propria vita e dimostrare di avere le carte in regola per essere un vero leader.

Dopo gli eventi di “Spider – Man: Far From Home”, e la rivelazione di Misteryo, il mondo intero conosce l’identità del giovane arrampica muri, e i problemi sono diventati ciclopici non solo per Peter Parker, bensì per tutti i suoi amici e la sua famiglia, tanto da spingere Peter a chiedere aiuto a Sir Dott. Strange (Benedict Cumberbatch) per riscrivere la realtà. Tuttavia, sarà proprio l’indecisione di Peter ad aprire le porte del multiverso e di conseguenza ai Supercattivi degli altri mondi.

E’ l’inizio di una mirabolante di una stupefacente avventura.

“Questo film, a parte voler battere il record del botteghino, tocca il cuore facendo sentire i fan parte di una famiglia portando la gioia in tutto il mondo” – svela Holland“Ho iniziato ad essere Spider – Man a 18 anni e questo personaggio mi ha dato tutto, gli sono grato perché ho imparato una grande lezione di vita, come gestire la notorietà, la fama e il rispetto” – prosegue aprendo una piccola parentesi in merito all’influenza che social media hanno sui giovani – “Io credo che il troppo stroppi in qualsiasi cosa. Abbiamo una responsabilità nei confronti dei social media, dal momento che è pericoloso per i giovani avere costantemente sotto agli occhi queste vite splendide ma finte.”

In “Spider –Man: No Way Home”, Holland vestirà i panni dell’amichevole uomo ragno di quartiere per la sesta volta e a tal proposito ha dichiarato: “La qualità più preziosa del personaggio credo sia la sua grande umiltà, e l’idea delle sue azioni altruiste. Ovviamente da quando sono stato scelto la mia vita è cambiata, andavo in posti dove ora non vado più e tutto intorno a me è diverso” – per quanto riguarda Tony Stark/Iron Man sorridendo afferma – “Credo che sarebbe incredibilmente orgoglioso di Peter, soprattutto in questo ultimo capitolo dove diventa un vero leader. Lo svelamento d’identità fa molto più male a Peter che a Spider-Man. I cambiamenti fanno sempre paura ed ogni decisione presa è fatta per una reazione. Non so come reagiranno i fan a questa svolta, ma per me, come attore, la sfida ed il cambiamento sono sempre qualcosa di positivo” – infine conclude dicendo che il vero consiglio è venuto guardando i film dei precedenti Spider – Man e con una battuta sul rapporto tra Peter e Doctor Strange“Lui non è un mentore, è più un amico, un collega che possiede gli strumenti per risolvere il suo problema.”

Prodotto dai Marvel Studios e dalla Pascal Pictures di Amy Pascal, “Spider – Man: No Way Home”, diretto da Jon Watts, come i precedenti episodi sarà ambientato all’interno dell’Universo Cinematografico Marvel ed arriverà nelle sale cinematografiche italiane il 15 dicembre.

Accanto a Tom Holland ritroveremo Zendaja nei panni di MJ, Jacob Batalon di Ned, Jamie Foxx che riprenderà il ruolo del villain Electro, da lui interpretato nel 2014 in “The Amazing Spider –Man 2: Il potere di Elettro”, Marisa Tomei nelle vesti di Zia May, Angourie Rice in Betty, Tony Revolori in quello di Flash Thompson, e Alfred Molina ancora una volta nel Doctor Octopus. Nonostante i rumors inoltre non sono stati ancora confermati Charlie Cox in Matt Murdock/Daredevil, Tobey Maguire, Andrew Garfield e Kristen Dunst, nonché di Willem Dafoe/Norman Osborn – Goblin, Thomas Haden Church/Flint Marko – Uomo Sabbia, Jake Gyllenhaal/Quentin Beck Mysterio, e Dane DeHaan/Harry Osborn – Goblin.

© Riproduzione Riservata

Chiaretta Migliani Cavina