39° Torino Film Festival: presentati “Non ti pago” e “Sabato Domenica e Lunedì” di Edoardo De Angelis

39° Torino Film Festival: presentati “Non ti pago” e “Sabato Domenica e Lunedì” di Edoardo De Angelis

Presentati oggi 29 novembre al 39esimo Torino Film Festival “Non ti Pago” e “Sabato Domenica e Lunedì” di Edoardo De Angelis, progetti che vedono entrambi protagonista Sergio Castellitto, e tratti dalle commedia di Eduardo De Filippo.

In “Non ti Pago” ad affiancare Castellitto sono: Maria Pia Calzone, Pina Turco, Giovanni Ludeno, Gianluca Di GennaroAngela Fontana, Giovanni Esposito, Antonella Morea, Carmen Pomella, Biancamaria D’Amato, Maurizio Casagrande e Antonio Casagrande.

Ferdinando Quagliuolo ha ereditato da suo padre Saverio un banco lotto ma sogna di sbancarlo con una vincita straordinaria.  Per questo motivo passa intere nottate sui tetti, affiancato dal fido Aglietiello, cercando di svelare gli arcani che si celano nella composizione e nella combinazione fumogena delle nuvole, nella speranza di ricevere i numeri giusti da giocare.  Finalmente il giorno della vincita arriva ma a beneficiarne è Mario Bertolini, il suo giovane e già fortunatissimo impiegato, segretamente fidanzato con sua figlia Stella. A dargli i numeri vincenti è stato proprio Don Saverio che gli è comparso in sogno chiamandolo “Piccerì”. Ferdinando è roso dall’invidia e, quando il giovane gli consegna il biglietto per fargli vedere che non sta mentendo, se ne impossessa; quel biglietto è suo di diritto: il padre infatti ha dato in sogno i numeri vincenti a Bertolini, è vero, ma solo perché questi abita nella vecchia casa di Quagliuolo. Il povero don Saverio, non sapendo del trasloco del figlio, era convinto di trovare nella camera da letto proprio lui, Ferdinando! Tant’è vero che lo ha chiamato: “Piccerì”.

Per quanto riguarda invece “Sabato Domenica e Lunedì”, il cast include anche i nomi di: Fabrizia SacchiGiampaolo FabrizioMaria Rosaria OmaggioMaria Vera RattiLiliana BottoneTony LaudadioAdriano PantaleoGianluca DeGennaroMargherita LaterzaGiulia PicaGinestra Paladino e Nunzia Schiano.

Rosa Priore, come ogni sabato, prepara il ragù per la domenica. Suo marito Peppino si aggira nervoso in cucina, polemizzando con lei su ogni minima cosa. Il motivo del nervosismo si manifesta il giorno dopo. É domenica. L’intera famiglia Priore è riunita davanti al ragù. Rosa ha indossato il foulard azzurro regalatole dal vicino di casa, il premurosissimo ragioniere Ianniello. Peppino non tocca cibo e, all’ennesimo complimento rivolto dal ragioniere alla cuoca, li accusa entrambi senza mezzi termini di avere una “tresca schifosa”.

La Redazione