Addio a Roger Michell, il regista di “Notting Hill” ci lascia a soli 65 anni

Addio a Roger Michell, il regista di “Notting Hill” ci lascia a soli 65 anni

Ci lascia all’età di 65 anni Roger Michell, il regista teatrale e cinematografico dietro la macchina da presa del celebre film “Notting Hill” con protagonisti Julia Roberts e Hugh Grant. A confermare la notizia la U.K Press Association, che riporta la dichiarazione dell’agente del cineasta di origine sudafricana.

“È con grande tristezza che la famiglia di Roger Michell, regista, scrittore e padre di Harry, Rosie, Maggie e Sparrow, annuncia la sua morte all’età di 65 anni, il 22 settembre.”

Nato a Pretoria in Sudafrica, dopo aver trascorso gli anni della sua infanzia in diverse città asiatiche ed europee per via del padre diplomatico, torna a studiare in Inghilterra a Cambridge, ed è qui che inizia a muovere i primi passi della sua carriera all’interno del Teatro. Diviene poi assistente alla regia al Royal Court Theatre e in seguito regista, per ben sei anni, della Royal Shakespeare Company.

Michell approda poi in televisione ed infine al cinema. Tra i suoi lavori ricordiamo “The Buddha of Suburbia”, “Persuasione”, adattamento dell’omonimo romanzo di Jane Austen, nel 1999 per l’appunto la commedia romantica “Notting Hill”, che lo lanciò definitivamente nel mondo del cinema, il thriller “Ipotesi di Reato”, con Ben Affleck e Samuel L. Jackson, il dramma con Daniel Craig “The Mother”, la ricostruzione storica “A Royal Weekend”, “Rachel” con al centro della scena Rachel Weisz, “Blackbird – L’ultimo abbraccio” con Susan Sarandon e Kate Winslet, e “The Duke”, presentato fuori concorso alla 77esima Mostra del Cinema di Venezia.

© Riproduzione Riservata