“Hallowen Kills”: il male morirà stanotte…o forse no..

“Hallowen Kills”: il male morirà stanotte…o forse no..

Presentato Fuori Concorso alla 78esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, “Halloween Kills”, il secondo film della trilogia sequel del celebre “Halloween” degli anni ’70 di John Carpenter, atteso nelle sale statunitensi per il 15 ottobre e in quelle italiane il 21 del medesimo mese, con il terzo ed ultimo episodio, “Halloween Ends”, attualmente fissato in USA per il 14 ottobre del 2022.

Scritto da David Gordon Green, assieme a Danny McBride e Scott Teems, e basato sui personaggi creati da John Carpenter e Debra Hill, come del resto anche il prossimo titolo conclusivo sopracitato, in “Halloween Kills”  la notte di Halloween ha segnato il ritorno di Michael Myers. Alcuni minuti dopo che Laurie Strode, la figlia Karen e la nipote Allyson hanno lasciato il mostro mascherato intrappolato e avvolto dalle fiamme nello scantinato della casa di Laurie infatti, la donna, portata d’urgenza in ospedale perché gravemente ferita, è convinta di avere finalmente ucciso il suo persecutore, ignorando il fatto che Michael invece sia riuscito a liberarsi dalla trappola riprendendo il suo rituale bagno di sangue. Laurie così mentre combatte con il dolore si prepara a difendersi ancora una volta da lui, e convince tutta Haddonfield a ribellarsi contro questo mostro inarrestabile. Le donne Strode si uniscono ad altri sopravvissuti alla prima furia di Michael e decidono di prendere in mano la situazione formando un gruppo di vigilanti che intende dare la caccia a Michael una volta per tutte. Il male morirà stanotte.

“Quando abbiamo cominciato a parlare di cosa avremmo fatto e del franchise, abbiamo pensato a qualcosa che potesse continuare” – dichiara il regista Green “Nel 2018 abbiamo pensato che a secondo del successo che il film avrebbe ottenuto la storia sarebbe continuata oppure no, con il lungometraggio impostato come un progetto a sé. Dopo di che abbiamo scritto la seconda parte e tra poco inizieremo a girare il terzo episodio e siamo molto emozionati di aver raggiunto questo obiettivo. Pe approfondire il mondo di Halloween abbiamo preso i personaggi del 2018 e pensato a quanto sarebbe stato divertente espandere tutto questo aggiungendo altre figure presenti nel film di Carpenter e scoprire cosa era successo a loro durante tutto questo tempo.”

“Una delle opportunità più belle è stata quella di poter collaborare con John Carpenter ed assieme al figlio. Inizialmente ho inviato la sceneggiatura a lui il quale mi ha dato dei suggerimenti, e spesso mi sono trovato d’accordo” – prosegue Green“La cosa bella per un direttore che è cresciuto con l’ossessione di Carpenter è stata quella di sentirmi vulnerabile come un fan e di collaborare tutti insieme. Per quanto riguarda la musica, abbiamo lavorato sui temi originali aggiungendo man mano qualche novità, ed è stato un modo bellissimo di esplorare quella musica iconica che lui ha creato.”

Protagonista come sempre ovviamente nel ruolo di Laurie Strode, Jamie Lee Curtis, presente al prestigioso evento del Lido e premiata con il Leone d’Oro alla Carriera.

“Mi impegno sempre molto nel lavoro che mi viene dato perché mi sento responsabile di quello che voi pensate di me, e questo dipende anche da ciò che mi è stato affidato. Non sono una scrittrice sono soggetta alle scritture che mi vengono proposte. Con il film del 2018 l’idea è stata quella di esplorare qualcosa di più profondo, ed è stata un’esperienza molto soddisfacente. Ciò che stavamo per vedere erano delle donne che capiscono e danno voce al proprio trauma” – afferma Jamie Lee Curtis “Abbiamo trovato quella collisione con la realtà difficile e brutale che dal film del 2018 è continuata, perché in tutto il mondo troviamo una rabbia collettiva contro la macchina, contro il sistema, e a tal proposito c’è una battuta nel film che dice ‘il sistema è spezzato’. E’ affascinante e nel prossimo film portiamo questo livello esistenziale ancora più in alto. Credo che la cosa più emozionante per un attore che ha lo stesso ruolo per 43 anni è il fatto che tutti noi siamo cambiati, e la bellezza dell’essere umano è proprio il cambiamento. Veniamo scossi dalla vita ma usciamo, cresciamo, guariamo e andiamo avanti, e tutto questo accade di nuovo, si ripete, e la bellezza di questo la vediamo rappresentata nel cinema. Spero si capisca” – prosegue la Curtis “Credo che alla fine ciò che dice questo film è che siamo tutti umani, e voi capite Laurie perché siete degli esseri umani che combattono contro i demoni della loro vita, guardate me vi preoccupate e dite ‘io sono Laurie’. C’è stato questo momento, era l’ultimo ciak del film del 2018, e mentre raggiungevo il set per girare l’ultima scena tutta la crew era in piedi, in silenzio con le mani dietro la schiena e sulla targhetta, dove in genere c’è il rispettivo nome scritto: ‘noi siamo Laurie’. Voleva dire ‘noi siamo Laurie Strode e noi siamo con te’, è stato un momento molto profondo non solo come attrice bensì come essere umano, perché fondamentalmente mi stavano dicendo che siamo tutti uguali, tutti nella stessa barca, è stato molto commovente. Questa è la profondità di questo film.”

“Halleween Kills” tuttavia non centra affatto l’obiettivo, annullando definitivamente quel terrore puro terrore racchiuso nel personaggio di Michael Mayers, e che ha contribuito a rendere iconico il suo personaggio. Un secondo episodio che si riduce ad una caccia alle streghe con la comunità che armata di forconi insegue l’orco al grido de “Il male morirà stanotte”.

Prodotto da: Malek Akkad, Jason Blum e Bill Block, con John Carpenter, il quale ha curato anche le musiche, Jamie Lee Curtis, Jeanette Volturno, Couper Samuelson, Danny McBride, David Gordon Green e Ryan Freimann, alla produzione esecutiva, infine Ryan Turek ha supervisionato i progetti per conto della Blumhouse, il cast di “Halloween Kills” include i nomi di: Nancy Stephens/Marion Chambers, Robert Longstreet/Lonnie Elam, Charles Cyphers/Leigh Brackett, Kyle Richards/ Lindsay Wallace, Anthony Michael Hall/Tommy Doyle, James Jude Courtney e Nick Castle nelle vesti di Michael Myers, Andi Matichak, Judy Greer.

© Riproduzione Riservata