“Freaks Out” vince il 33esimo Leoncino d’Oro, a “La Caja” la Segnalazione Cinema for UNICEF

“Freaks Out” vince il 33esimo Leoncino d’Oro, a “La Caja” la Segnalazione Cinema for UNICEF

Si è tenuta venerdì 10 settembre alle ore 17.30 presso la Sala degli Stucchi dell’Hotel Excelsior la cerimonia di premiazione del Leoncino d’Oro istituito da AGISCUOLA, alla presenza di Francesca Puglisi, Capo della Segreteria Tecnica del Ministro dell’Istruzione, Roberto Cicutto, Presidente La Biennale, Alberto Barbera, Direttore della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, Andrea Del Mercato, Direttore Generale La Biennale, Luigi Lonigro, Presidente Nazionale Distributori Anica, Giuseppe Pierro, Dirigente Ufficio VI Direzione generale per il personale scolastico del Ministero dell’Istruzione. A fare gli onori di casa erano presenti Piera Detassis, Presidente Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, Mario Lorini, Vice Presidente AGIS e Presidente ANEC, Carmela Pace, Presidente Unicef Italia, Simone Gialdini, Direttore Generale Anec. Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, a testimonianza della sua vicinanza, ha inviato un videomessaggio agli studenti della giuria del Leoncino d’Oro e ha dichiarato:

“Il Leoncino d’oro è un Premio importante perché testimonia la vicinanza e la sintonia che c’è tra scuola e cinema. Come Ministero abbiamo appena firmato un Protocollo per dare alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi più strumenti per esprimere la loro creatività e la loro capacità di interpretare questo mondo così complesso. Il cinema è uno strumento fondamentale in una nuova scuola, una scuola aperta, diffusa, sconfinata perché è lo strumento con cui il nostro occhio si espande e noi riusciamo a cogliere anche quella parte dell’intimità delle persone che usualmente, nella superficialità del giorno, non riusciremmo a cogliere. Complimenti a tutte le ragazze e ai ragazzi e a tutte le persone che lavorano nel cinema italiano e che sono l’emblema stesso della voglia di rinascita del nostro Paese”.

Giunto alla 33° edizione, il Leoncino è divenuto nel tempo uno dei premi collaterali più importanti e significativi della Mostra del Cinema di Venezia. Anche quest’anno il gruppo di giovani giurati provenienti da tutta Italia ha assegnato – in seguito ad un accordo siglato con il Comitato Italiano per l’UNICEF – il prestigioso premio Segnalazione Cinema For UNICEF, riconoscimento istituito dal Comitato Italiano per l’UNICEF presso la Mostra sin dal 1980.

Nel corso della cerimonia di premiazione, è stato assegnato il Premio Leoncino d’Oro della 78. Mostra d’arte cinematografica di Venezia al film “FREAKS OUT” di Gabriele Mainetti alla presenza del regista, con la seguente motivazione:

“Un’imprevedibile atmosfera conquista lo spettatore proiettandolo in un mondo tanto spettacolare quanto catastrofico. Tra tendoni da circo e campi da guerra, quattro protagonisti, nella loro diversità, esprimono la necessità di essere umani. Un’opera innovativa e coraggiosa, che racchiude in una grande avventura fra sogno e realtà, tutto l’amore per il cinema. Per queste ragioni il Leoncino d’Oro della 78esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia va a Freaks Out di Gabriele Mainetti.”

La giuria ha assegnato la Segnalazione Cinema For UNICEF al film “LA CAJAdi Lorenzo Vigas, presente alla premiazione, con la seguente motivazione:

“Povertà, sfruttamento e abbandono sono le ferite di un Paese orfano di certezze. Il paesaggio desertico diventa metafora della vita di tutti i ragazzi privati di una famiglia e dei loro diritti.  Attraverso gli occhi di un bambino, il film ci proietta nel profondo di una tragica realtà nella quale il protagonista ci mostra che affermare la propria identità è sempre possibile. Per queste ragioni la Segnalazione Cinema for Unicef della 78esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia va a “La Caja” di Lorenzo Vigas.”

I vincitori del Leoncino d’Oro Agiscuola

1989 “SCUGNIZZI”  di Nanni Loy
1990 “UN ANGELO ALLA MIA TAVOLA”  di Jane Campion
1991 “LA LEGGENDA DEL RE PESCATORE” di Terry Gilliam
1992 “UN CUORE IN INVERNO” di Claude Sautet
1993 “FILM BLU di Krzysztof  Kieslowski
1994 PRIMA DELLA PIOGGIA” di Milcho Manchewski
1995 L’UOMO DELLE STELLE di Giuseppe Tornatore
1996 “HOMMES FEMMES: MODE D’EMPLOI” di Claude Lelouch
1997 “OVOSODO” di Paolo Virzì
1998 GATTO NERO GATTO BIANCO di Emir Kusturica
1999 “JESUS’ SON” di Alison MacLean
2000 “I CENTO PASSI” di Marco Tullio Giordana
2001 “ABRIL DESPERAÇADO” di Walter Salles
2002 “L’UOMO DEL TRENO” di Patrice Leconte
2003 “BUONGIORNO, NOTTE di Marco Belloccio
2004 BINJIP – FERRO 3 di Kim Ki-duk
2005 SIMPATHY FOR LADY VENGEANCE” di Park Chan-Wook
2006” EJPHORIJA (Euphoria) di Ivan Vyrypaev
2007 THE DARJEELING LIMITED” di Wes Anderson
2008 “IL PAPA’ DI GIOVANNA” di Pupi Avati
2009 “CAPITALISM: A LOVE STORY” di Michael Moore
2010 “LA VERSIONE DI BARNEY” di Richard J. Lewis
2011 “CARNAGE” di Roman Polaski
2012 “PIETA’ di Kim ki-Duk
2013 “SACRO GRA” di Gianfranco Rosi
2014 “BIRDMAN” di Alejandro G. Inarritu
2015 “L’ATTESA” di Piero Messina
2016 “NA MLIJEČNOM PUTU” (On the Milky Road) di Emir Kusturica
2017 “THE LEISURE SEEKER” (Ella & John) di Paolo Virzì
2018 “WERK OHNE AUTOR” (OPERA SENZA AUTORE) di Florian Henckel von Donnersmarck,
2019 “IL SINDACO DEL RIONE SANITA’” di Mario Martone
2020 “NUEVO ORDEN” di Michel Franco

La Redazione