Teatro dell’Opera di Roma: successo per la seconda stagione al Circo Massimo

Teatro dell’Opera di Roma: successo per la seconda stagione al Circo Massimo

Si è conclusa il 6 agosto la stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma 2021 al Circo Massimo. La rassegna ha fatto registrare un risultato straordinario, con un incasso di 1.987.458,46 euro (+103,4 % rispetto alla scorsa edizione) e con un numero di spettatori pari a 31.290 (+37 % rispetto al 2020). Tali risultati sanciscono il successo di un’esperienza iniziata nel 2020 per rispondere all’emergenza sanitaria e replicatasi nel 2021. Due edizioni che rimarranno nella storia del Teatro dell’Opera e che si ricorderanno anche quando, dal prossimo anno, le stagioni all’aperto del Lirico capitolino potranno tornare a svolgersi nella sede storica, le Terme di Caracalla.

Il trasferimento nello scenario archeologico del Circo Massimo, l’idea di creare un nuovo palcoscenico e una nuova platea nel cuore di Roma, di dimensioni tali da rispettare le norme di sicurezza per pubblico e artisti, ha permesso di proseguire l’attività culturale anche nelle due estati segnate dalla pandemia.

Dopo la prima esperienza del 2020, anche quest’anno si è puntato su una programmazione che fosse caratterizzata da un’offerta di eccellenza. Le ventisei serate tra opera (Il trovatore, Madama ButterflyLa bohème), balletto (Il lago dei cigni e Roberto Bolle and Friends) e concerti (Requiem di Verdi diretto dal maestro Chung e Bestiario d’Amore di Capossela), sono state accolte ancora una volta con grande favore dal pubblico.

“La stagione estiva del Teatro dell’Opera 2021 si conclude con un successo strepitoso. Gli incassi registrati sono la cifra di un trionfo conquistato con professionalità e tenacia, con uno spirito d’innovazione pionieristica. Il Costanzi ha riconfermato Roma come Capitale internazionale dell’arte, della cultura, dell’eccellenza, trasformando in vittorie le sfide di questo periodo. Scenografie e coreografie inedite, costumi di pregio, interpretazioni creative di opere che hanno fatto la storia della tradizione teatrale e del balletto, oltre a collaborazioni speciali con le produzioni televisive. Unitamente al talento e al coraggio degli artisti, di tutti i professionisti impegnati dietro le quinte, dell’amministrazione, che hanno saputo guardare al futuro, ben oltre le difficoltà del momento. E il tempo ha dato loro ragione. Spettacoli indimenticabili di cui siamo fieri e che hanno reso Roma orgogliosa di questi risultati” – ha dichiarato la sindaca Virginia Raggi, presidente della Fondazione Teatro dell’Opera di Roma.

“I risultati di pubblico sono stati molto superiori alle nostre attese” – ha detto il sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma Carlo Fuortes – “Desidero ringraziare sentitamente la Sindaca Virginia Raggi e tutta la Giunta comunale per la fiducia accordata al Teatro concedendo per il secondo anno consecutivo la preziosa disponibilità dello spazio del Circo Massimo. I romani e i turisti che sono tornati ad animare la nostra Città hanno particolarmente apprezzato anche la proposta culturale di quest’anno, assicurando una serie di ‘tutto esaurito’ ai titoli in cartellone della stagione estiva, a partire dal nuovo allestimento del Trovatore con la direzione del maestro Gatti fino al debutto sul podio romano del maestro Chung con il Requiem di Verdi.

La Redazione