“Downton Abbey 2: slitta l’uscita in sala del sequel, svelata la nuova data

“Downton Abbey 2: slitta l’uscita in sala del sequel, svelata la nuova data

Dopo l’annuncio dell’imminente inizio riprese, e l’annuncio della data di uscita del sequel del film “Downton Abbey”, diretto nel 2019 da Michael Engles, ed ispirato all’acclamata omonima serie televisiva creata da Julian Fellow, autore della sceneggiatura e produttore assieme a Gareth Neame e Liz Trubrige, arriva la notizia, attraverso Deadline dello slittamento del debutto sul grande schermo.

Il secondo atteso capitolo infatti, guidato dal nominato all’Emmy e BAFTA Simon Curtis, approderà ufficialmente sul grande schermo non più 22 dicembre del 2021 bensì il 18 marzo del 2022.

“Dopo un anno molto impegnativo con così tanti di noi separati dalla famiglia e dagli amici, è un enorme conforto pensare che ci aspettano tempi migliori e che il prossimo Natale lo saremo con i tanto amati personaggi di ‘Downton Abbey’” – aveva dichiarato il produttore Gareth Neame e presidente esecutivo di Carnival Films

Nel cast confermato il ritorno di Maggie Smith nel ruolo ovviamente della Contessa di Grantham, al cui fianco troveremo Lady Violet Crawley dal volto di Nathalie Baye, nonché di: Hugh Bonneville, Michelle Dockery, Joanne Froggatt, Matthew Goode, Elizabeth McGovern, Imelda Staunton, Geraldine James, David Haig, Tuppence Middleton, Simon Jones, Kate Phillips e Stephen Campbell Moore.  Focus Features e Universal Pictures International si occuperanno invece della distribuzione.

Al centro della scena della trasposizione cinematografica del 2019, la famiglia Crawley e la loro schiera di camerieri, maggiordomi, cuochi e domestici sono stati in grande agitazione a causa dell’imminente arrivo di Re Giorgio V e della Regina Maria. Siamo nel 1927, ed i nobili, con il personale dimezzato e con l’ombra della depressione per la fine del conflitto mondiale che incombeva su di loro, al fine di riuscire a organizzare un ricevimento in grande stile, richiamarono in villa il capo maggiordomo in pensione Carson.

FONTE DEADLINE