“Per niente al mondo”: al via le riprese del film di Ciro D’Emilio con Guido Caprino

“Per niente al mondo”: al via le riprese del film di Ciro D’Emilio con Guido Caprino

Sono partite da poco a Roma le riprese di “Per niente al mondo”, opera seconda di Ciro D’Emilio con protagonista Guido Caprino (“Fai Bei sogni”, “Noi Credevamo”, “il Miracolo”, “1992”,”1993”,”1994”).

Bernardo (Guido Caprino) è un uomo affascinante, di successo, pieno di amici, sempre alla frenetica ricerca della sua libertà. Per un brutto scherzo del destino un giorno tutto cambia, mettendolo di fronte a una scelta: accettare quello che è successo o diventare un altro, per riprendersi quello che la vita gli ha tolto. Una decisione dalla quale non potrà tornare indietro, per niente al mondo.

Ciro D’Emilio ha esordito nel 2018 con “Un giorno all’improvviso”, selezionato in concorso a Venezia 75 Orizzonti, ottenendo grandi consensi di critica, partecipando a oltre 70 Festival italiani e internazionali (Francia, Svizzera, Giappone, USA, Tunisia, Cina, Spagna e altri) e vincendo più di 30 riconoscimenti, tra cui il Nastro D’Argento per la Migliore Interpretazione Femminile ad Anna Foglietta. Lungta Film di Andrea Calbucci e Maurizio Piazza (che di recente ha prodotto “Padrenostro” di Claudio Noce), conferma la fiducia e la stima nel talento di Ciro D’Emilio, rinnovando il rapporto di collaborazione con l’autore e producendo la sua opera seconda insieme a Vision Distribution, che lo distribuirà in sala in Italia e nel mondo.

Nel cast accanto a Guido Caprino anche Boris Isakovic, Irene Casagrande, Antonio Zavatteri, Diego Ribon, Antonella Attili e Valentina Carnelutti.

Per questo suo secondo lungometraggio Ciro D’Emilio torna a lavorare con Cosimo Calamini con cui firma Soggetto e Sceneggiatura, con Salvatore Landi direttore della fotografia, Antonella Di Martino scenografa, Gianluca Scarpa al montaggio, Bruno Falanga alle musiche e inizia la collaborazione con Veronica Fragola ai costumi.

Le riprese si svolgeranno a Roma e in Friuli Venezia Giulia.

La Redazione