“Finding the Mother Tree”: Amy Adams e Jake Gyllenhaal produrranno l’adattamento cinematografico

“Finding the Mother Tree”: Amy Adams e Jake Gyllenhaal produrranno l’adattamento cinematografico

Amy Adams e Jake Gyllenhaal, dopo “Animali Notturni”, torneranno a collaborare nell’adattamento cinematografico del libro di memorie della scienziata Suzanne Simard “Finding the Mother Tree”, attualmente pubblicato da Knopf. In particolare il progetto vedrà la Adams essere coinvolta in qualità di protagonista e produttore attraverso la sua Bond Group Entertainment, e Gyllenhaal esclusivamente come produttore con la sua Nine Stories.

“Il romanzo è stato un’ispirazione. Ci ha entusiasmato grazie a una narrazione sul potere evocativo della natura e sugli avvincenti parallelismi con la vita personale di Suzanne” – hanno dichiarato la Adams e Stacy O’Neil della Bond Group Entertainment“Ha trasformato per sempre la nostra visione del mondo e l’interconnessione del nostro ambiente. ‘Finding the Mother Tree’ non è solo un bellissimo ricordo sulla vita di una donna dal forte impatto, ma è anche un invito all’azione per proteggere, comprendere e connettersi con il mondo naturale. Siamo entusiasti di collaborare con Jake e Riva per portare sullo schermo l’importante storia della vita di Suzanne ed espandere la portata del suo lavoro rivoluzionario.”

“Si tratta di un romanzo in parte affascinante e in parte corso accelerato di ecologia forestale” – affermano invece Gyllenhaal e Riva Marker di Nine Stories“Riesce a riguardare le cose che contano di più: i modi in cui ci prendiamo cura l’uno dell’altro, ci deludiamo e ascoltiamo a vicenda. Dopo l’ultimo anno e mezzo, le sue lezioni sulla maternità, la connessione e il mondo naturale sono più tempestive che mai, e siamo entusiasti di collaborare con Amy, Stacy, la loro compagnia e Suzanne Simard per adattare questa maestosa storia per il grande schermo”.

Descritto come “un abbagliante romanzo poliziesco scientifico sulla donna che per prima ha scoperto come gli alberi comunicano sottoterra attraverso un’immensa rete di funghi”, il romanzo originale racconta la rivoluzionaria ricerca di Suzanne Simard, all’epoca ridicolizzata, che secondo alcuni voci, avrebbe influenzato James Cameron e l’autore Richard Powers per la creazione dell’Albero della Anime presente nel film “Avatar”.

“La foresta mi ha insegnato che le nostre relazioni, tra di noi e con gli alberi, le piante e gli animali che ci circondano, sono ciò che rende le nostre vite belle, forti e sane. Sono entusiasta di collaborare con i visionari di Nine Stories e Bond Group per portare questa storia sullo schermo e condividerla con le persone di tutto il mondo” – ha detto infine Simard.

FONTE DEADLINE