“The Suicide Squad”: nel cinecomic Sylvester Stallone è King Shark!

“The Suicide Squad”: nel cinecomic Sylvester Stallone è King Shark!

Con l’arrivo dell’annunciato Trailer Ufficiale, è stato finalmente svelato il ruolo di Sylvester Stallone nell’atteso “The Suicide Squad” di James Gunn, le cui uniche informazioni certe erano che la presenza della star si sarebbe limitata al doppiaggio.

Ebbene, nel sequel reboot del criticato cinecomic del 2016 diretto da David Ayer, dalla classificazione Rated – R, ovvero vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto, Stallone sarà la voce niente meno che di King Shark, come da lui stesso confermato condividendo attraverso i social il Chracter Poster del personaggio.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Sly Stallone (@officialslystallone)

Il titolo, nelle sale cinematografiche statunitensi, ed in contemporanea su HBO Max, il 6 agosto del 2021, e in quelle italiane il 5 agosto, vedrà la folle squadra impegnata in una pericolosa missione a Corto Maltese, località conosciuta dagli appassionati dei fumetti, ovviamente con la speranza di evitare il carcere di massina sicurezza di Belle Reve.

Benvenuti all’inferno, cioè a Belle Reve, la prigione con il più alto tasso di mortalità degli Stati Uniti, dove sono rinchiusi i peggiori supercriminali, che faranno di tutto per uscirne – anche unirsi alla super segreta e oscura Task Force X. Il motto del giorno è ‘O la va o la spacca’: si riuniscano una serie di truffatori, tra cui Bloodsport, Peacemaker, Capitan Boomerang, Ratcatcher 2, Savant, King Shark, Blackguard, Javelin e la psicopatica più amata di tutti, Harley Quinn. Quindi si armino pesantemente e si lascino cadere (letteralmente) sulla remota isola di Corto Maltese, piena di nemici. Avventurandosi in una giungla brulicante di avversari militanti e forze di guerriglia, la Squadra sarà coinvolta in una missione di ricerca e distruzione, sotto la guida sul territorio del colonnello Rick Flag… e le direttive degli esperti tecnologici del governo di Amanda Waller nelle orecchie, che seguono ogni loro movimento. E come sempre, ad ogni mossa falsa rischiano la morte (per mano dei loro avversari, di un compagno di squadra o della stessa Waller). A voler scommetterci, la vincita è a loro sfavore – contro ognuno di loro.

Gunn ha diretto il film da una sua sceneggiatura, basata sui personaggi della DC, prodotto da Charles Roven e Peter Safran, mentre Zack Snyder, Deborah Snyder, Walter Hamada, Chantal Nong Vo, Nikolas Korda e Richard Suckle sono i produttori esecutivi.

La squadra creativa di Gunn include il direttore della fotografia Henry Braham (“Guardiani della Galassia Vol. 2”), la scenografa Beth Mickle (“Captain Marvel”), i montatori Fred Raskin (“Guardiani della Galassia Vol. 2”, “C’era una volta … a Hollywood”) e Christian Wagner (“Fast & Furious”), e la costumista nominata all’Oscar Judianna Makovsky (“Guardiani della Galassia Vol. 2”, “Avengers: Endgame”, “Harry Potter e la pietra filosofale”). Musiche di John Murphy (“Kick-Ass”).

Nel cast: Margot Robbie/Harley Quinn, John Cena/Peacemaker, Viola Davis/Amanda Waller, David Dastmalchian/Polka – Dot Man, Jai Courtney/Captain Boomerang, Joel Kinnaman/Rick Flagg, Daniela Melchior/Ratcatcher, Idris Elba/Bloodsport, John Cena/The Peacemaker, Peter Capaldi/The Thinker, Sean Gunn/Weasel, Flula Borg/Javelin, Nathan Fillon/TDK, Michael Rooker/Savant, Alice Braga/Sol Soria, Mayling Ng/Mongol, Pete Davidson/Blaskguard, e per l’appunto di Sylvester Stallone/King Shark.

E ancora: Storm Reid, Pete Davidson, Juan Diego Botto, Joaquin Cosio, Flula Borg, Tinashe Kajese, Jennifer Holland, Julio Ruiz, Alice Braga, Steve Agee e Daniela Melchior.

La Redazione