Cinema: possibile riapertura per le zone gialle dal 27 marzo

Cinema: possibile riapertura per le zone gialle dal 27 marzo

Dopo le ultime notizie in merito alla possibile ed attesa riapertura di cinema e teatri ipotizzata per la prima settimana di aprile, secondo quanto riportato da vari organi della stampa la data indicata dal ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ed approvata dal titolare degli Affari Regionali Mariastella Gelmini, è quella del 27 marzo. Data questa che tra l’altro coincide anche con la festa del teatro e che interesserebbe solo per le zone gialle.

Se ciò venisse confermato ufficialmente, le regole sarebbero ancora più rigide delle norme applicate la scorsa estate con biglietti nominativi e prenotati online in modo da permettere il tracciamento dei contagi, obbligo delle mascherine FFp2 per l’intera durata dello spettacolo, sanificazione della sala al termine di ogni proiezione, la cui ultima visione dovrà finire entro le 22.00, orario d’inizio coprifuoco, ed ovviamente ingressi contingentati.

“Stiamo lavorando per una graduale riapertura dei luoghi di cultura. Il ministro Franceschini ha avviato un confronto con il Cts per far in modo che, superato il mese di marzo, si possano immaginare riaperture con misure di sicurezza adeguate” – ha dichiarato la ministra degli Affari Regionali Mariastella Gelmini “È un percorso, non è un risultato ancora acquisito. Ma è un segnale che va nella giusta direzione. E che speriamo possa presto coinvolgere anche altre attività economiche. Non dobbiamo correre il rischio di dare un messaggio sbagliato ai cittadini, bisogna assolutamente scongiurare la terza ondata. Ma lavoriamo, con fiducia, per un graduale, responsabile e attento ritorno alla normalità”.

FONTE CORRIERE.IT