“The Gray Man”: l’inizio delle riprese slitta ancora

“The Gray Man”: l’inizio delle riprese slitta ancora

Slittate a causa del persistere ed aggravarsi dell’emergenza pandemica da Covid – 19 le riprese di “The Gray Man”, il nuovo thriller d’azione ad alto budget targato Netflix, e per cui la California Film Commission ha tra l’altro stanziato ben 20 milioni di dollari, secondo quanto riportato dal portale Murphy’s Multiverse dell’insider Charles Murphy, hanno subito purtroppo un ulteriore rinvio.

Al momento non sono state comunicate le motivazioni che hanno portato a tale decisione, se non che la produzione ora potrebbe partire tra fine marzo ed inizio aprile, non resta quindi che attendere e come sempre vi terremo aggiornati.

Prodotto e diretto da Anthony e Joe Russo, con quest’ultimo autore anche dello script revisionato da Christopher Markus e Stephen McFeely, sceneggiatori dei cinecomic campioni d’incassi guidati dai fratelli: “Avengers: Infinity War” e “Avengers: Endgame”, il film, con protagonisti Ryan Gosling e Chris Evans, ha come obiettivo quello di dare vita ad un inedito franchise.

Adattamento dell’omonimo romanzo del 2009 di Mark Greaney, prodotto anche da Mike Larocca per conto della AGBO dei Russo, assieme alla la Roth Krischenbaum di Joe Roth e Jeff Krishenbau, al centro della scena ci sarà Court Gentry, killer a pagamento ex agente della CIA e soprannominato per l’appunto The Gray Man, (Gosling), braccato dall’ex collega Lloyd Hansen, (Evans). Ad affiancare Gosling ed Evans la recentemente annunciata Ana De Armas.

© Riproduzione Riservata