“The Black Phone”: Scott Derrickson alla regia dell’adattamento horror per Blumhouse

“The Black Phone”: Scott Derrickson alla regia dell’adattamento horror per Blumhouse

Come riportato da Deadline, sarà Scott Derrickson, regista dietro la macchina da presa di “Sinister”, “L’Esorcismo di Emily Rose” nonché del cinecomic Marvel “Doctor Strange”, a dirigere “The Black Phone”, adattamento cinematografico, targato Blumhouse e Universal, dell’omonimo secondo breve racconto del 2005 di Joe Hill, figlio di Stephen King, incluso in Italia nell’antologia “Ghost” pubblicata da Sperling & Kupfer 4 anni più tardi.

Al centro della scena, che non risparmierà orrore e violenza e otterrà sicuramente un rating essendo adatto per un pubblico adulto, il piccolo John Finney, rapito e chiuso in un seminterrato, dove la notte riceve delle terrificanti chiamate, dai bambini precedentemente uccisi, da un telefono nero disconnesso.

La sceneggiatura è stata scritta dallo stesso Derrickson assieme al collaboratore di lunga data C. Robert Cargill, il quale ha confermato e commentato la notizia attraverso il proprio profilo Twitter, affermando che da circa dieci anni lui e il regista meditavano sulla possibilità di trasformare la storia in un film.

Il progetto, il cui cast al momento include i nomi di: Mason Tahmes e Madeleine McGraw, sarà prodotto da Derrickson, Cargill e Jason Blum per Blumhouse, con Hill alla produzione esecutiva.

FONTE DEADLINE