Addio a Gigi Proietti, ci lascia il giorno del suo 80esimo compleanno il grande mattatore della televisione, del cinema e del teatro italiano

Addio a Gigi Proietti, ci lascia il giorno del suo 80esimo compleanno il grande mattatore della televisione, del cinema e del teatro italiano

Era stato ricoverato d’urgenza in una clinica di Roma nel corso di questa notte, non a causa del Covid – 19 bensì di problemi cardiaci di cui soffriva da tempo, come riportato e confermato da diverse testate, il grande mattatore del cinema, della televisione e del teatro italiano Gigi Proietti.

E alle 5.30 di questa mattina ci ha lasciato, ironia della sorte oggi 2 novembre nel giorno del suo 80esimo compleanno. Una data questa su cui l’attore, drammaturgo e regista aveva sempre ironizzato: “Che dobbiamo fa’? La data è quella che è, il 2 novembre”.

Al suo fianco la famiglia, la moglie Sagitta Alter, ex guida turistica svedese, conosciuta nel 1962 e con la quale ha trascorso la sua vita senza mai sposarsi, e le due figlie Susanna e Carlotta le quali lavorano nel mondo dello spettacolo proprio come il papà, sul quale avevano preferito mantenere il massino riservo in merito alle condizioni di salute fino al triste annuncio.

“Nelle prime ore del mattino è venuta a mancare all’affetto della sua famiglia Gigi Proietti. Ne danno l’annuncio Sagitta, Susanna e Carlotta. Nelle prossime ore daremo comunicazione delle esequie.”

Un’artista dalla lunga, ricca, poliedrica e indimenticabile carriera iniziata negli anni ’60 e che lo aveva portato a doppiare tra l’altro anche divi hollywoodiani quali Marlon Brando, Robert De Niro e Dustin Hoffman, nonché il Genio della Lampada nel celebre classico della Disney “Aladdin”. Come inoltre non ricordare uno dei suoi personaggi più iconici, ovvero Mandrake di “Febbre da Cavallo”, questa volta però non c’è nessuna mandrakata, ma solo un vuoto incolmabile, anche se forse, tutto sommato, andarsene lo stesso giorno in cui si è nati…è la mandrakata più grande.

© Riproduzione Riservata