“Tomb Raider”: il secondo capitolo slitta a data da destinarsi

“Tomb Raider”: il secondo capitolo slitta a data da destinarsi

Dopo un lungo periodo di silenzio e il recente aggiornamento da parte dell’interprete protagonista Alicia Vikander, la MGM, a causa dell’emergenza pandemica da Covid – 19, è stata costretta a rivedere e stravolgere la programmazione relativa alle uscite dei propri titoli. A tal proposito ha deciso di rinviare a data da destinarsi il secondo capitolo della nuova trilogia di: “Tomb Raider”, adattamento cinematografico della celebre saga di videogiochi, la cui release era stata fissata per il 19 marzo del 2021.

Leggi anche: “Tomb Raider”: Alicia Vikander rompe il silenzio ed aggiorna i fan sul sequel

Il precedente capitolo, ispirato al primo episodio della trilogia dei videogiochi, scritto da Geneva Robertson – Dworet e Alastair Siddons, diretto da Roar Uthaug, non ha riscosso un grande successo sia di critica che di pubblico, ottenendo al botteghino 274, 7 milioni globali. Dietro la macchina da presa del sequel invece, ci sarà Ben Wheatley, recentemente alla guida dell’inedito rifacimento “Rebecca” attualmente su Netflix, con Amy Jump, moglie di quest’ultimo, ed autrice di “Kill List”, “High – Rise: La rivolta”, “I disertori – A Field in England” e “Free Fire”, ad occuparsi della sceneggiatura. A produrre Graham King attraverso GK Films ed Elizabeth Cantillon.

Leggi anche: “TOMB RAIDER 2”: nuovo sceneggiatore per il sequel con protagonista Alicia Vikander

FONTE DEADLINE