“Black Widow”: gli investitori vorrebbero che il cinecomic debuttasse direttamente su Disney+

“Black Widow”: gli investitori vorrebbero che il cinecomic debuttasse direttamente su Disney+

Nonostante i molti progetti in arrivo, tra cui l’imminente debutto sul servizio Disney+, il prossimo 30 ottobre, della seconda stagione di “The Mandalorian”, e successivamente, anche non si conosce ancora la data ufficiale, di “WandaVision”, è innegabile il fatto che la Disney stia attraversando un periodo piuttosto difficile a causa dei ritardi provocati dall’emergenza pandemica da Covid – 19.

A tal proposito, molti sono i dubbi relativi all’esordio cinematografico della tanto attesa Fase 4 dell’Universo Cinematografico Marvel, i cui titoli, in primis “Black Widow”, secondo quanto riferito a Variety dall’investitore Dan Loeb a questo punto dovrebbero saltare l’uscita nelle sale ed approdare direttamente sul servizio streaming della Casa di Topolino. 

Una scelta questa il cui scopo ovviamente è quello di aumentare il numero degli abbonati, e come ben si sa, già presa per il live – action “Mulan”, disponibile al prezzo aggiuntivo di 20,99 euro e dal 4 dicembre in catalogo, e in ultimo per l’animazione Pixar “Soul”, in arrivo il 25 dicembre senza però l’accesso premiere.

“La mia sensazione è che i dirigenti della vecchia guardia non vogliono esagerare con i grandi blockbuster in streaming, motivo per cui hanno annunciato il rinvio di ‘Black Widow’ e degli altri titolo al 2021. Non credo che capiscano il reale potenziale e il valore che si potrebbe ottenere passando a un modello di abbonamento, che è stato adottato da tutti, da Microsoft ad Amazon. E’ qualcosa molto redditizio” – ha dichiarato Loeb“Ciò che Netflix possiede è questa immensa base di abbonati che gli consente di investire in un’enorme quantità di contenuti e di ammortizzarli per ottenere più abbonati. La Disney non ha ancora raggiunto quel livello, ma deve arrivarci il più rapidamente possibile. Se non otterrà tale base, sarà permanentemente svantaggiata rispetto a Netflix.”

Detto ciò, al momento la The Walt Disney Company sta riflettendo sul da farsi e sull’eventuale release in digitale dei suoi blockbuster. I cinema di tutto il mondo stanno tentando lentamente di riaprire, ed è palese che un cinecomic come “Black Widow”, fissato per il 7 maggio 2021, necessita sia dell’esperienza sul grande schermo che di un grosso ritorno economico, motivi per cui lo studio preferirebbe proseguire in questa direzione.

Non resta che attendere nuovi aggiornamenti.

FONTE THE DIRECT