Cineworld: il colosso dei cinema decide di chiudere temporaneamente le sale del Regno Unito e Stati Uniti

Cineworld: il colosso dei cinema decide di chiudere temporaneamente le sale del Regno Unito e Stati Uniti

Con l’annuncio del posticipo al 2 aprile del 2021 di “No Time to Time”, è arrivata anche la sconfortante notizia della decisione presa da Cineworld. Il secondo circuito cinematografico più grande al mondo, dietro solo ad AMC Theatres, chiuderà infatti, se pur temporaneamente, le 128 sale presenti nel Regno Unito ed Irlanda, e gli oltre 500 cinema della catena Regal Cinemas in USA.

Ovviamente non è stata rilasciata alcuna informazione in merito alla durata della chiusura. Senza dubbio però, la decisione rappresenta un durissimo colpo per l’industria della settimana arte, che con “Tenet” di Cristopher Nolan aveva ripreso a sperare, e mette in dubbio anche l’arrivo sul grande schermo, il prossimo novembre, dell’animazione Disney/Pixar “Soul”.

“Io credo che al momento, data la mancanza di titoli particolarmente forti, non avevano altra scelta” – ha dichiarato il capo della UK Cinema Association Phil Clapp, alla BBC Radio 5“D’altronde, il cinema è in primo luogo un business, e quando i clienti non sono persuasi a tornare in sala perché ci sono nuovi titoli da vedere, le possibilità di poter continuare sono molto limitate.”

Cineworld ha declinato ogni commento, ma l’obiettivo è quello di attirare l’attenzione di Boris Johnson e del segretario di stato per il digitale, la cultura, i media e lo sport, Dowden.

Inoltre, recentemente molti registi americani assieme alla Directors Guild of America, alla National Association of Theatre Owners, e alla Motion Pictures Association hanno firmato una lettera rivolta al Congresso degli Stati Uniti, con lo scopo di chiedere un intervento prima che la situazione peggiori ulteriormente e diventi irrecuperabile.

FONTE THR