Tony Kaye dopo “American History X” dirigerà “African History X” con protagonista Djimon Hounsou

Tony Kaye dopo “American History X” dirigerà “African History X” con protagonista Djimon Hounsou

Dopo aver diretto nel 2011 “Detachment”, Tony Kaye, regista nel 1999 di “American History X” con protagonista Edward Norton, la cui performance gli valse una nomina agli Oscar come Miglior Attore Protagonista, torna dietro la macchina da presa per guidare niente di meno che “African History X”. Progetto che sarà girato realmente in Africa, scritto da Charles Chanchori, Jason Corder e dallo stesso Kaye, il quale produrrà anche assieme a Forrest TaylorMarc Le Chat e Raymond J. Markovich.

Interprete principale, Djimon Hounsou, attore nominato agli Oscar, come Miglior Attore non Protagonista per “Blood Diamond” e “In America”, nonché ai Golden Globe per “Amistad”, e presente in “The King’s Man – Le Origini”, prequel della saga iniziata nel 2015, in arrivo sul grande il 26 febbraio 2021, e “A Quiet Place Part II”, secondo capitolo dell’horror thriller guidato come il precedente da John Krasinski, in uscita il 23 aprile 2021.

“Djimon e io ci siamo incontrati subito dopo ho fatto ‘American History X’. È stato un incontro catartico e ho capito immediatamente che era un attore con cui dovevo lavorare”ha dichiarato Kaye “Il materiale da sviluppare doveva essere quello giusto e, grazie a Dio, ora abbiamo un progetto a cui lavorare insieme. Le macchine da pesa nella mia testa sono pronte per andare a girare in Africa.”

Kaye, nominato ai Grammy per ben sei volte, ha realizzato tra l’altro i video clip “Runaway Train”, per i Soul Asylum, “Dani California”, per i Red Hot Chili Peppers, “What God Wants” e “Help Me” per Roger Waters, e “God’s Gonna Cut You Downe” per Johnny Cash per. Nel film del ’99, “American History X”, gonfio di rabbia e violenza, Derek, leader di un gruppo di Naziskin americani, è finito in galera, da cui esce profondamente cambiato, guarito e redento. Ma fuori lo attende un compito ben più difficile, ovvero salvare dal suo stesso destino il fratello minore, cresciuto nel mito della razza e con il desiderio di emularlo. Purtroppo però in certi quartieri e città, la salvezza è impossibile e il passato, l’odio e la vendetta sono in agguato ad ogni angolo di strada.

“’African History X’, non sarebbe potuta arrivare in un momento migliore, ora che esplorando e portando nel mondo le storie africane più straordinarie”ha invece affermato Hounsou“Sono entusiasta di lavorare con Tony, ed è in qualche modo era scritto che lui e io saremmo tornati al punto di partenza per lavorare insieme.”

FONTE DEADLINE