“Paranormal Activity”: il debutto del settimo episodio slitta al 2022

“Paranormal Activity”: il debutto del settimo episodio slitta al 2022

La Paramount Pictures posticipa di un anno il settimo capitolo della saga “Paranormal Activity”. Il film prodotto dalla Blumhouse di Jason Blum, approderà infatti nelle sale cinematografiche non più il 19 marzo 2021 bensì il 4 marzo 2022.

Dietro la macchina da presa ci sarà Christopher Landon, autore dello script del secondo e quinto episodio il quale si occuperà della sceneggiatura anche di questo nuovo progetto.

Il franchise è stato lanciato nel 2007 con il film a micro budget di 15 milioni di dollari, “Paranormal Activity”, diretto da Oren Peli, che ne incassò al botteghino mondiale ben 194. Il recente episodio del 2015 invece, “Paranormal Activity: The Ghost Dimension”, ha segnato il guadagno più basso della serie, totalizzando soli 78.9 milioni globali di cui 18,3 nazionali, a fronte di un budget di 10 milioni.

“Non potrei dirvelo nemmeno se lo sapessi” – ha scherzato Blum in un discorso al Fandom dello scorso giugno – “Faremo il film, lo stiamo sviluppando, ma non so esattamente che direzione prenderà la storia. Stiamo discutendo diverse possibilità. Il film lo faremo al 100 per cento, ma al momento non siamo così avanti. Posso però dirvi questo, mi piacerebbe riportarla indietro, è una grande attrice e una vecchia amica, e spero che riusciremo a riaverla.”

Jason Blum è diventato sinonimo di terrore, grazie a film quali “Insidious”, “Sinister”, “Ouija” e “The Purge”, ed ha ricevuto le nomination dagli Academy Award come Miglior Film per aver prodotto “Whiplash”, “Get Out” e “BlacKkKlansman”.

FONTE CBM