Il regista di “Waiting for the Barbarians” Ciro Guerra accusato di molestie di sessuali

Il regista di “Waiting for the Barbarians” Ciro Guerra accusato di molestie di sessuali

Il regista dietro la macchina da presa di “Oro Verde”, Ciro Guerra, è stato accusato di molestie sessuali da ben sette donne e da una ottava di stupro. Le violenze sarebbero avvenute tra il 2013 e il 2019 in diverse località tra cui Stati Uniti, il Cartagena Film Festival in Colombia, e il Festival di Cannes, evento quest’ultimo che ha visto tra l’altro Guerra, nel 2015, ottenere il riconoscimento in merito al set nella giungla amazzonica de “El Abrazo de la Serpiente”, primo film colombiano nominato agli Oscar nel 2016 come Miglior Film Straniero.

Le donne per ovvi motivi non hanno rivelato la propria identità, e nonostante, come da loro affermato, non intendano sporgere denuncia per evitare di subire spiacevoli contraccolpi, finendo inevitabilmente al centro dell’attenzione pubblica, le loro accuse sono state pubblicate dalla rivista online Volcanicas, lo scorso 24 giugno.

“Voglio chiarire che le gravi accuse pubblicate dalla rivista online Volcanicas contro di me sono completamente false” – ha dichiarato Guerra attraverso un video – “Non ho commesso nessuna delle menzogne ​​di cui sono accusato, e considerandone la gravità, non ho altra scelta che ricorrere alle vie legali per pulire il mio nome. Chiedo a voi di non giudicarmi in modo affrettato, ma aspettare che la giustizia riveli la verità su questo caso” – ha poi aggiunto – “Mi dispiace per tutti coloro che sono stati colpiti da questo articolo e che devono leggere queste parole orribili e false. Ho la serena consapevolezza di essere innocente.”

Recentemente Guerra ha diretto Johnny Depp, Mark Rylance e Robert Pattinson, in “Waiting for the Barbarians”, presentato alla 76esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Basato sul pluripremiato omonimo romanzo, “Aspettando i Barbari”, dell’autore Premio Nobel J.M Coetzee, che ne firma anche la sceneggiatura, il film sarà distribuito direttamente in VOD, negli USA, da Samuel Goldwyn Films il 7 agosto 2020.

Attualmente invece, è impegnato nella produzione della miniserie, targata Amazon e Amblin Television, incentrata sul conquistador Hernan Cortes interpretato da Javier Barden, la cui lavorazione è stata sospesa a causa dell’emergenza pandemica.

FONTE DEADLINE