Joel Schumacher, regista di “Un Giorno di Ordinaria Follia” ci lascia all’età di 80 anni

Joel Schumacher, regista di “Un Giorno di Ordinaria Follia” ci lascia all’età di 80 anni

Joel Schumacher, il regista statunitense dietro la macchina da presa dei successi anni ’80 quali “St. Elom’s Fire”, del 1985, e “Ragazzi Perduti”, del 1987, non ché del celebre cult anni ’90 “Un giorno di ordinaria follia”, con protagonista Michael Douglas, ci lascia all’età di 80 anni dopo una lunga lotta contro il cancro. A dare il triste annuncio un suo portavoce che si trovava con lui a New York.

Il cineasta nel corso della sua carriera, iniziata come design di confezioni alla nota azienda di cosmetici Revlon, ed entrato nel mondo prima televisivo e poi cinematografico, come costumista, ha diretto due capitoli della saga sull’uomo pipistrello, sequel dei film di Tim Burton, ossia “Batman Forever”, nel 1995, con Val Kilmer, e “Batman e Robin”, nel 1997, con George Clooney, decisamente i peggiori mai realizzati su Batman. Proseguendo poi con titoli quali “Il momento di uccidere”, “8mm – Delitto a Luci Rosse”, interpretato da Nicolas Cage e Joaquin Phoenix, e “Flawes – Senza Difetti”, con Philip Seymour e Robert De Niro.

Tra i suoi lavori citiamo anche, il successo di critica del 2003 “Veronica Guerin – Il prezzo del coraggio”, con Cate Blanchett, “In linea con l’assassino”, nel 2002, con Colin Farrell, ed il “Il Fantasma dell’Opera” nel 2005, tratto dal musical di Andrew Lloyd Webber.

Di recente invece, nel 2013, ha guidato due episodi della serie Tv, targata Netflix, “House of Cards”, e nel 2015 ha prodotto la serie “Do Not Disturb: Hotel Horrors”.

© Riproduzione Riservata