Gregory Tyree Boyce, svelata la causa della morte dell’interprete di “Twilight” e della sua ragazza

Gregory Tyree Boyce, svelata la causa della morte dell’interprete di “Twilight” e della sua ragazza

Lo scorso 13 maggio l’attore trentenne Gregory Tyree Boyce, tra gli interpreti di “Twilight”, fu trovato privo di vita, assieme alla sua ragazza, Natalie Adepoju, ventisettenne, all’interno di una camera da letto ad est della Strep di Las Vegas. Gli agenti di polizia, giunti sul posto in seguito ad una segnalazione, avevano inoltre riferito la presenza di polvere bianca sul comò, e l’assenza di prove che potessero far pensare a qualche situazione particolare in grado di sfociare in un omicidio.

Ora a distanza di qualche settimana è stata finalmente svelata la causa del decesso. Ad uccidere la coppia infatti, come confermato dal coroner della Contea di Clark, John Fudenberg, sarebbe stata un’intossicazione di cocaina e fentanyl. Ovvero un’overdose accidentale.

Il fentanyl in particolare, è un antidolorifico sintetico derivante dall’eroina, e per alcuni aspetti anche più pericoloso, ed il suo uso illegale è sempre più spesso causa di morte da overdose.

Boyce, come detto, è apparso nella saga incentrata sui vampiri, nel ruolo di Tyler Crowley, al fianco di Robert Pattinson e Kristen Stewart, e nonostante l’enorme successo ottenuto dal film, la sua carriera non ha spiccato mai il volo.

FONTE THR