“Justice League”: il Covid ha rischiato di cancellare i piani per la distribuzione della Snyder Cut

“Justice League”: il Covid ha rischiato di cancellare i piani per la distribuzione della Snyder Cut

La pandemia da Covid-19 ha messo in ginocchio l’intera industria cinematografica, che ora, come si può ben immaginare, ha serie difficoltà a rialzarsi. La maggior parte delle sale in tutto il mondo al fine di contenere la diffusione del virus, hanno chiuso temporaneamente le proprie porte, gli studi sono stati costretti a posticipare le release degli attesi blockbuster estivi, e a sospendere le produzioni dei rispettivi progetti in corso.

Uno scenario questo senza alcun dubbio estremamente triste, la cui improvvisa notizia della distribuzione della tanto chiacchierata “Snyder Cut” sul servizio streaming HBO Max, nella primavera 2021, è giunta come un vero raggio di sole, anche se, come dichiarato dalla produttrice Deborah Snyder, moglie del regista Zack, il Coronavirus ha rischiato di provocare la cancellazione last-minute del progetto.

La famiglia Snyder ha recentemente organizzato un viewing party direttamente da casa, insieme ai vertici Warner Bros, HBO Max e agli executives della DC, in modo tale da poter visionare il film. Ed a quanto pare l’unico aspetto da completare riguarda gli effetti visivi.

Ovviamente, ci si interroga quante sequenze necessitano ancora di tale intervento, e se occorra o no girare altre scene. Ma lavorare sugli effetti speciali di sicuro non sarà un problema, e la speranza, a questo punto, è che i baffi di Henry Cavill vengano rimossi in modo migliore di quanto fatto nella versione curata da Joss Whedon.

FONTE WGTC