“Avatar 2”: la produzione in Nuova Zelanda riprenderà la prossima settimana

“Avatar 2”: la produzione in Nuova Zelanda riprenderà la prossima settimana

Dopo la pausa imposta dalla lunga e tutt’ora duratura pandemia da Covid-19, il produttore Jon Landau ha postato una foto, sul proprio account Instagram, annunciando l’imminente ritorno della crew di “Avatar” sul set in Nuova Zelanda. I luoghi per le riprese sono pronti e Landau si è detto speranzoso di poter condividere il prima possibile ulteriori novità a riguardo.

Attualmente la maggior parte delle produzioni hollywoodiane sono ancora ferme, e “Avatar” sarà uno dei primi film ad altissimo budget, che ammonta a circa 250 milioni di dollari per ciascun nuovo, atteso episodio del franchise, diretti naturalmente da James Cameron, a poter riprendere finalmente la lavorazione.

Le riprese si svolgeranno tra Kumeu e Wellington, ed ovviamente cast ed interpreti dovranno rispettare le dovute norme di sicurezza relative al distanziamento sociale e al contenimento della diffusione del virus. Regole che prevedono inoltre la registrazione da parte dei membri delle produzioni al portale ScreenSafe, che sosterrà WorkFase e il Ministero della Salute a monitorare la situazione attraverso il costante aggiornamento dei vari spostamenti.

I team addetti alla post-produzione inoltre lavoreranno in parallelo con le riprese, in modo tale da ridurre i costi.

“Avatar 2”, sarà ambientato dodici anni dopo gli eventi del primo capitolo, con Jake Sully, interpretato nuovamente da Sam Worthington, impegnato assieme ai suoi compagni sempre nella difesa del pianeta Pandora minacciato dalla RDA. Approderà nelle sale il 17 dicembre 2021, ed il cast non solo vedrà anche il ritorno di Zoe Saldana nei panni di Neytiri, bensì Kate Winslet alle prese per la prima volta con la motion capture.

Per quanto riguarda il terzo invece, girato assieme al secondo, debutterà il 3 dicembre del 2023, il quarto il 4 dicembre del 2025, ed il quinto il 5 dicembre del 2027.

FONTE VARIETY