“Gran Torino”, 10 Curiosità e i Primi 10 Minuti del celebre film di Clint Eastwood

“Gran Torino”, 10 Curiosità e i Primi 10 Minuti del celebre film di Clint Eastwood

Tra i film più amati diretti da Clint Eastwood troviamo “Gran Torino”, film del 2008 che racconta la storia dell’intensa amicizia tra un reduce della Guerra di Corea degli anni ’50, e una famiglia di origine asiatica. Al centro della scena naturalmente una fiammante Ford Gran Torino.

Qui 10 interessanti curiosità

1 “Gran Torino”, vincitore di un David di Donatello, un Premio César come Miglior Film Straniero, e un Nastro d’Argento, come Miglior Film non Europeo, è costato da 33 milioni di dollari e ne ha incassati, a livello globale, ben 269. In termini di box office quindi, si tratta del film di maggior successo di Eastwood, naturalmente considerando l’inflazione i titoli più importanti sono “Filo da Torcere”, del 1978, e il suo sequel “Fai come ti pare”, del 1980.

2 Nel film Thao e la sua famiglia sono i componenti della comunità del popolo etnico asiatico degli hmong, che vive principalmente in Vietman, Laos, Birmania e Thailandia del Nord. Popolazione questa rivelatasi fondamentale per la CIA nella Guerra Civile Laotiana, sviluppatasi nel medesimo periodo della Guerra del Vietman. Conflitto alla fine del quale molti hmong, per evitare violente ripercussione a causa della collaborazione con l’organizzazione, chiesero e ottennero asilo politico agli Stati Uniti.

3 Come ben si sa, il titolo del film, si riferisce all’omonima coupè della Ford, molto nota negli anni ’70 in USA. L’auto tra l’altro, il cui nome Torino viene dal fatto che gli americani consideravano Torino, sede della FIAT, come la Detroit italiana, è la stessa usata nelle serie “Starsky & Hutch”.

4 Nel film Walt accarezzando la testa di una bambina hmong, durante una festa a casa dei suoi vicini, crea scompiglio tra gli invitati, dal momento che secondo la tradizione hmong, nella testa è custodita l’anima di una persona, e di conseguenza ogni gesto ed azione rivolta ad essa, viene considerato irrispettoso poichè ne comprometterebbe l’integrità.

5 Il film si pare con il funerale di Dorothy, moglie di Walt, e si chiude con quello di quest’ultimo, che voleva rappresentare anche l’abbandono alle scene del premio Oscar. Ritiro in ogni caso rinviato, dato che 2012, Eastwood interpretò il protagonista del film di Robert Lorenz “Di Nuovo in Gioco”, non ché in un cameo di “American Sniper” e protagonista ne “Il Corriere – The Mule”, da lui entrambi diretti.

6 Il cane di Walt, Daisy, in realtà è il cane di famiglia della famiglia di Clint Eastwood.

7 I figli di Clint Eastwood, Scott e Kyle, hanno perso parte al film, il primo come attore, il secondo come autore della colonna sonora.

8 Il nome del personaggio di Clint Eastwood, Walt Kowalski, è il vero nome del wrestler Walter ‘Killer” Kowalski. Cognome tra l’altro molto popolare in Polonia, e spesso utilizzato in modo generico per indicare una persona di origine polacche.

9 Nel film l’unica persona a guidare la Gran Torino non è Walt, il quale usa una F100, bensì Thao, che alla fine riceverà l’auto in eredità.

10 La medaglia che i bambini trovano nel seminterrato di Walt è una Silver Star, la terza decorazione al valore militare più alto delle forze militari armate statunitensi, che viene assegnata a chi si è distinto in combattimento. Il suo nome deriva dalla stella più piccola posta all’interno della stella d’oro più grande.

© Riproduzione Riservata